Omicidio Trifone e Teresa, venuti alla luce nuovi messaggi tra i fidanzati: ” M’ha crepato Raschi”

Nuove interessanti indiscrezioni arrivano in riferimento all’omicidio dei due fidanzati di Pordenone, ovvero Trifone e Teresa per il quale è in carcere Giosuè Ruotolo. Al momento un gruppo di consulenti e giovani assistenti starebbero analizzando verbali, informative, tabulati telefonici e filmati di ricostruzioni e sopralluoghi e nel corso dell’ultima sentenza i legali di Ruotolo avrebbero insinuato l’esistenza di varie testimonianze e ricostruzioni.«Amore ho fatto a mazzate», scrive Trifone.

«Ma che dici, amo’, mi fai preoccupare», replica Teresa. «M’ha crepato Raschi. Un casino, zigomo rotto». A che cosa si riferisce Trifone?“, è questo si legge nel verbale. Si tratterebbe di messaggi telefonici tra Trifone Ragone e Teresa inviato lo scorso 11 marzo ovvero sei giorni prima del delitto e da quanto emerso sembra facciano pensare ad un pestaggio avvenuto in quei giorni con un certo Raschi.

Questi messaggi sarebbero stati messi da parte e solo negli ultimi giorni sono stati portati alla luce dalla difesa di Giosuè. Tali messaggi telefonici ritrovati nei telefonini dei due fidanzati uccisi a Pordenone, resi pubblici dalla trasmissione televisiva “Quarto grado”, in onda su Rete 4, dove spesso viene affrontato questo caso.

Al momento sono dunque in corso accertamenti che però ad oggi non hanno portato a nulla di concreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.