Segui Newsitaliane.it su Facebook

Omicidio Yara Gambirasio, tra i testimoni chiamati dalla difesa spunta il figlio di Bossetti


Si continua ad indagare sulla morte della povera Yara Gambirasio, per il cui omicidio è stato arrestato Massimo Giuseppe Bossetti il quale risulta l’unico indagato.Inizialmente la difesa dell’imputato aveva chiamato a testimoniare ben 711 persone ma ad oggi soltanto 160 sono finite nella lista definitiva delle persone che andranno a testimoniare per scagionare il muratore accusato di aver ucciso la povera Yara Gambirasio.

Nell’elenco presentato dai legali di Massimo Giuseppe Bossetti figura anche il figlio, un ragazzo di quattordici anni per il quale è stata chiesta l’audizione protetta; nel corso dell’interrogatorio il giovane non dovrà fare altro che parlare delle sue abitudini di vita e delle sue qualità di buon padre di famiglia.

Nell’elenco dei testimoni risultano anche alcuni frequentatori del centro sportivo di Brembrate di Sopra che quella famosa sera del 20 novembre del 2010 si trovavano proprio nella palestra esattamente nell’orario compatibile a quella della scomparsa di Yara Gambirasio.

In realtà questi testimoni avrebbero già dichiarato di non aver visto ne Massimo Bossetti ne Yara Gambirasio. Secondo la difesa, infatti, Yara Gambirasio quella sera non è mai uscita dalla palestra ma qualcosa è accaduto all’interno dell’edificio.Ovviamente si tratta di alcune ipotesi avanzate dalla difesa dell’imputato Massimo Bossetti, ma gli inquirenti sono convinti di tutt’altro.

Privacy Policy