Ora solare, lancette indietro di un’ora il 30 ottobre 2016: ecco i rischi e i benefici

0

ora-solare-lancette-indietro-di-unora-il-30-ottobre-2016-ecco-i-rischi-e-i-benefici

Sta per tornare l’ora solare in Italia e quest’anno cadrà il 30 ottobre 2016.Ebbene si nella notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre 2016 le lancette dell’orologio andranno spostate indietro di un’ora e dunque si dormirà un’ora in più, almeno per una notte. Come sapete, il cambio dell’ora avviene due volte l’anno, e precisamente nei mesi di marzo e di ottobre, ciò che ogni anno cambiano sono i giorni. Durante il passaggio dall’ora legale a quella solare le lancette effettuano uno spostamento di un’ora indietro e dunque le tre di notte torneranno ad essere le due. In molti potrebbero risentire gli effetti collaterali di questo cambio d’ora, è questo quanto comunicato dagli esperti, secondo i quali alcune persone potrebbero risentire di alcuni sintomi tra i quali abbassamento dell’umore, stanchezza, irritabilità e difficoltà di concentrazione.

Questi sintomi sono comunque passeggeri e potrebbero durare al massimo un paio di giorni, giusto il tempo che il corpo si abitui, e dunque non sembra esserci motivo per cui bisogna allarmarsi. A tal riguardo, gli esperti consigliano di seguire una dieta antiossidante e disintossicante evitando di bere caffè, tè o alcolici, aumentando invece il consumo di frutta e verdura.L’ora legale, per chi non lo sapesse, è stata introdotta appena un secolo fa e salvo alcune brevi interruzioni, il suo utilizzo prosegue fino ad oggi in tutti i paesi dell’Unione europea.Va anche sottolineato il fatto che il passaggio da ora legale a solare e viceversa, favorisce il risparmio energetico, e stando a quanto è emerso sembra che 543.800 chilowatt sembra essere il risparmio energetico quantificato ogni anno dal gruppo Terna secondo una ricerca effettuata.

Inoltre, va anche sottolineato che l’impiego alternato dell’ora solare e legale in Italia consente di ridurre anche le emissioni di anidride carbonica. La distinzione tra l’ora legale e l’ora solare, definita anche tempo standard, fu introdotta per la prima volta nel 1784 da Benjamin Franklin, presidente degli Stati Uniti e scienziato, proprio allo scopo di favorire il risparmio energetico ma effettivamente trovò riscontro soltanto nel 1916, quando la Camera dei Lord inglesi, approvò tale distinzione per poter affrontare nel migliore dei modi il periodo di ristrettezze economiche portate dalla Prima Guerra Mondiale.

Rispondi o Commenta