Orrore e shock in India, ragazza15enne impiccata ad un albero dopo averla stuprata

CatturaUna ragazza di 15 anni è stata barbaramente stuprata e poi ammazzata nella zona di Bahraich, nello stato indiano persone che poi hanno atteso corpo all’albero. Forze dell’ordine hanno divulgato la radice di due stupratori sono stati arrestati. La macabra uccisione della ragazza è avvenuta venerdì sera, quando la ragione è stata rapita dal suo villaggio.

Non c’è fine in India alla violenza degli uomini sulle donne. Un nuovo caso di violenza infatti è avvenuto a a farne le spese è stata una ragazzina di solol 15 anni. La  ragazza di 15 anni è stata brutalmente stuprata e poi assassinata nella zona di Bahraich, nello stato indiano dell’Uttar Pradesh da tre uomini che non contenti dell’orrore appena commesso hanno poi appeso il suo corpo a un albero. La polizia ha reso noto che due dei suoi assalitori sono stati arrestati.

La barbara uccisione è avvenuta venerdì sera, dopo che la giovane era stata rapita dal villaggio in cui viveva. Il caso riapre una piaga che non si è mai rimarginata dopo la morte di Jyoti Singh, la studentessa nota come ‘Nirbhaya’, orrendamente stuprata da un ‘branco’ su un autobus della capitale nel dicembre 2012. Da allora sono state inasprite le pene per gli stupratori killer, ci sono più misure di sicurezza nelle città per le ‘single’ e molte più vittime hanno il coraggio di denunciare i loro aguzzini. Ma la catena degli orrori contro donne e bambine, invece di spezzarsi, si allunga sempre di più ogni giorno.

Fonti della polizia hanno reso noto che tutto è cominciato venerdì scorso, quando i genitori della giovane ne hanno denunciato la scomparsa. Le ricerche, durate oltre due giorni, hanno portato al rinvenimento del suo cadavere su un albero nell’area di Nanpara.

Le stesse fonti hanno aggiunto che, di fronte ad una crescente rabbia popolare per l’accaduto, quattro agenti di polizia sono stati sospesi dal servizio per negligenza, mentre due delle tre persone accusate dal padre della vittima sono state arrestate.

Nella denuncia presentata nel locale commissariato, il padre della adolescente ha sostenuto che gli accusati avevano già in passato tentato di rapire sua figlia, fallendo però nell’intento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.