Ospedale Santa Maria Annunziata Firenze: nuovo caso Meningite C, ricoverata donna di 34 anni

Ancora un caso di meningite e questa volta ad essere protagonista è una donna di 34 anni che nel pomeriggio di ieri, 17 marzo 2016, è stata ricoverata presso l’ospedale Santa Maria Annunziata di Firenze nel reparto di malattie infettive. La donna residente a Rufina, comune italiano di 7.382 abitanti della città metropolitana di Firenze in Toscana, si era recata presso il pronto soccorso dell’ospedale sopra citato nella serata di mercoledì 16 marzo 2016 a causa di particolari sintomi soprattutto febbre alta e persistente.

La trentaquattrenne di professione commessa presso un negozio, è stata dunque sottoposta ad accurate visite in seguito alle quali è risultata positiva al meningocco di tipo C e proprio in seguito a tale scoperta la donna ha riferito di non aver mai fatto il vaccino proprio contro il contro il meningocco di tipo C. In seguito al ricovero della donna è stata immediatamente attivata la normale profilassi e i parenti e le persone più vicine alla trentaquattrenne di Rufina sono stati sottoposti a copertura antibiotica. La donna però, nei giorni scorsi ha frequentato diversi posti per cui anche altre persone potrebbero essere entrate in contatto con la trentaquattrenne di Rufina, e queste stesse persone dovrebbero adesso sottoporsi a profilassi antibiotica il prima possibile.

Per essere più precisi ecco che l’Usl ha riferito che al momento risulta che la donna affetta da meningocco di tipo C nei giorni scorsi abbia frequentato il “Ristorante Pizzeria Viavai” sito nello specifico nella via Pisana 33 a Firenze ed esattamente in questo posto vi è stata lo scorso venerdì 11 marzo 2016 dalle ore 21,30 alle ore 24.00 e poi ancora lo scorso sabato 12 marzo 2016 tra le ore 1,00 e le ore 5,30 sembra che la donna abbia frequentato la Discoteca Club 999 sita nello specifico presso il Viale Galileo Galilei 21/a nella città di Prato.

Tutti coloro i quali hanno frequentato i medesimi locali nelle ore sopra indicate dovranno allora sottoporsi a profilassi antibiotica e sarà possibile farlo rivolgendosi semplicemente al medico o pediatra di famiglia e poi ancora sarà possibile rivolgersi , ai Servizi di Guardia Medica oppure ai servizi di Igiene Pubblica competenti per territorio e secondo quello che è il comune di appartenenza.

L’invito a sottoporsi a profilassi antibiotica è dunque rivolta semplicemente a coloro i quali hanno frequentato i locali sopra indicati nei giorni e nelle ore scritte e dunque non è rivolto a tutte quelle persone che hanno invece frequentato i medesimi locali in giorni o ore diverse da quelle indicate. l’Usl rende noto inoltre che tale profilassi viene indicata anche nei casi in cui sia stata effettuata la vaccinazione antimeningococcica. La donna adesso, ricoverata presso l’ospedale Santa Maria Annunziata di Firenze si trova sotto osservazione e, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che le sue condizioni di salute siano stabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.