Papa Bergoglio in Messico viene strattonato da un giovane: “Non essere egoista”

Papa Bergoglio da giorni orma in Messico nella giornata di ieri ha incontrato i giovani e proprio rivolgendosi agli stessi ha dichiarato che non è vero che l’unico modo di vivere è lasciare la loro vita nelle mani del narcotraffico o di tutti quelli che la sola cosa che stanno facendo è seminare la distruzione e morte. “Non è vero che l’unico modo di vivere per i giovani qui sia nella povertà e nell’ emarginazione; emarginazione dalle opportunità, emarginazione dagli spazi, emarginazione da formazione ed educazione, emarginazione dalla speranza”, ha dichiarato il Papa. Bergoglio rivolgendosi ai giovani ha anche dichiarato che Gesù non inviterebbe ad essere sicari ma ci chiama tutti discepoli, e che mai nostro Signore ci manderebbe a morire, proprio lui che comunque ci ha dato la vita. “Voi siete la ricchezza di questo Paese, e quando dubitate di questo, guardate Gesù Cristo, Colui che smentisce tutti i tentativi di rendervi inutili, o meri mercenari di ambizioni altrui”, ha dichiarato ancora Papa Bergoglio.

 «Da parte di Gesù vi chiedo di non lasciarvi escludere, non lasciarvi disprezzare, non lasciarvi trattare come merce. Certo, è probabile che non avrete la macchina ultimo modello, non avrete il portafoglio pieno di soldi, ma avrete qualcosa che nessuno potrà togliervi cioè l’esperienza di sentirsi amati, abbracciati e accompagnati. È l’esperienza di sentirsi famiglia, di sentirsi comunità», conclude il Pontefice rivolgendosi ai giovani incontrati nella giornata di ieri a Morelia, in Messico.Una giornata molto intensa per Papa Francesco quella di ieri il quale dopo il pranzo all‘Arcivescovado di Morelia si è recato presso la cattedrale della città dove si sono presentati ben 14 rettori dell’Università messicane e sei leader di altre confessioni cristiane.

“Grazie per il bene che fate qui, un bene che spesso non si vede. Qui si incontrano situazioni di grande fragilità. Ho voluto portare l’immagine del più fragile, Cristo sulla croce. Tuttavia con questa , Egli ci salva ci aiuta, ci apre le porte della speranza. Vorrei che ognuno di voi, contemplando la fragilità di Cristo, possa seminare speranza e resurrezione”,ha dichiarato Papa Francesco rivolgendosi ai cappellani e gli operatori del carcere ai quali dona un crocifisso di cristallo.

La giornata di Papa Francesco nella giornata di ieri è stata caratterizzata anche da un fatto che però lo ha davvero mandato su tutte le furie. Papa Francesco si era avvicinato ad un bambino sulla sedie rotelle tra la folla presente allo Stadio di Moreila, ma ecco che nel momento in cui Papa Francesco si è avvicinato è stato strattonato e nello specifico un giovane lo avrebbe tirato per la mano destra atteggiamento che come anticipato avrebbe mandato Papa Francesco su tutte le furie e rivolgendosi allo stesso gli ha urlato la frase “Non essere egoista”, ripetendolo ancora volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.