Pasqua, è allarme su alcuni prodotti dolciari: muffa e condizioni igieniche shock scoperte dai Nas

0

E’ allarme per alcuni prodotti alimentari e nello specifico dolci tipici di Pasqua i quali sono risultati prodotti in ambienti insalubri. La scoperta è stata effettuata dai carabinieri del Nas di Pescara che hanno sospeso l’attività di cinque imprese alimentari del settore dolciario. Il motivo? Gravi carenze igienico sanitarie, motivo per il quale i carabinieri del Nas di Pescara hanno sequestrato circa quattro mila chili di alimenti perchè privi di tracciabilità. E’ stato anche denunciato un operatore accusato di frode nell’esercizio del commercio.

I prodotti sono stati ritrovati in condizioni igienico sanitarie davvero precarie ed ancora questi prodotti venivano esposti per la vendita facendoli apparire di produzione propria e soprattutto freschi quando invece sono risultati acquistati surgelati da un’importante industria dolciaria. Precarie condizioni igienico sanitarie presso gli ambienti dove venivano prodotti questi dolci, dove è stata rilevata la presenza di muffe e di infiltrazioni nei soffitti. Sono tre le strutture finite sotto inchiesta per le quali è stata disposta l’immediata sospensione dell’attività da parte delle Asl competenti il cui intervento è stato richiesto dai militari operanti.

Si tratta di tre strutture presso le quali vengono prodotti dolci e uova pasquali, l’una in provincia di Chieti, l’altra nel ternano e d una terza sita a L’Aquila dove sono state ritrovate uova, pizze e dolci tipici pasquali e privi delle indicazioni obbligatorie in etichetta e in parte di documentazione idonea ad attestarne la tracciabilità.

Rispondi o Commenta