Paura su un volo della Southwest, Galaxy Note 7 modello sostituito prende fuoco: Samsung ancora nei guai

0

paura-su-un-volo-della-southwest-galaxy-note-7-modello-sostituito-prende-fuoco-samsung-ancora-nei-guaiContinua a trovarsi al centro dell’attenzione di tutto il mondo, ma soprattutto al centro di numerose polemiche la celebre azienda sudcoreana con filiali in 58 paesi diversi ovvero la Samsung. L’amatissima azienda infatti è tornata al centro delle polemiche in seguito ad una nuova esplosione ovvero, nello specifico, quella di un bellissimo Galaxy Note 7 ma ciò che fa discutere è che proprio lo smartphone esploso apparteneva ad un modello che era stato da poco sostituito. Protagonista della terribile vicenda, che sta facendo molto discutere, è stato un uomo il quale, proprio nel momento in cui il suo smartphone ha preso fuoco si trovava a bordo del volo 994 diretto a Baltimora e aveva seguito le istruzioni del personale di volo spegnendo il suo dispositivo mobile. Ad un certo punto però, stando a quelle che sono le prime indiscrezioni trapelate sull’incredibile vicenda e stando a quanto dichiarato dallo stesso protagonista a theverge ecco che, sembra proprio che dal suo pantalone sia cominciato ad uscire del fumo.

A quel punto, resosi conto del fumo che usciva dalla sua tasca e allarmato da quello che sarebbe potuto accadere ecco che l’uomo ha subito capito che qualcosa non andava nel suo smartphone e così lo ha immediatamente uscito dalla tasca e, istintivamente lo ha gettato sul pavimento dell’aereo e il fumo, dopo poco è diventato verde e più intenso rispetto a quando lo smartphone si trovava ancora nella tasca del pantalone del proprietario. Il calore dello smartphone era talmente forte da essere addirittura riuscito a bruciare la moquette presente sul pavimento dell’aereo facendo in modo che si intravedesse addirittura proprio lo scheletro di quest’ultimo. Momenti di forte tensione dunque sono stati quelli vissuti a bordo del velivolo, ma fortunatamente la vicenda è avvenuta mentre l’aereo si trovava in fase di rullaggio e dunque è stato possibile evacuarlo senza conseguenze interrompendo dunque il volo prima ancora che avesse luogo la fase di decollo.

Sulla questione si è espressa, cautamente, proprio l’azienda finita al centro della polemica ovvero la Samsung sostenendo di star lavorando “con le autorità del Sud-ovest per recuperare il dispositivo e confermare quanto accaduto”, precisando poi “Una volta che lo avremo esaminato potremo disporre di maggiori informazioni”. Come precedentemente anticipato lo smartphone in questione, finito sotto ‘accusa’ era stato ritirato dal mercato circa un mese fa per problemi relativi alla batteria e Samsung, stando a quanto raccontato proprio dal proprietario, avrebbe avviato un programma di sostituzione e quindi, lo smartphone dell’uomo era stato sostituito poche settimane fa per cui ci si chiede come possa essere accaduta una cosa del genere. L’importante è comunque che nonostante i momenti di paura e di forte tensione vissuti dai passeggeri a bordo dell’aereo nessuno di questi sia rimasto ferito.

Rispondi o Commenta