Pensioni, proficuo incontro tra il Ministro Poletti ed i sindacati Disposto intervento in Legge Stabilità

Pensioni, proficuo incontro tra il Ministro Poletti ed i sindacati Disposto intervento in Legge Stabilità

E’ avvenuto nella giornata di ieri un importante incontro tra il governo ed i sindacati per tornare a parlare delle pensioni e sulle politiche del lavoro e fortunatamente l’incontro sembra essere andato molto bene.Il ministro Poletti ha confermato che il governo interverrà per modificare la legge Fornero introducendo maggiore flessibilità in uscita con la legge di Stabilità. Il confronto proseguirà anche sulle politiche del lavoro ed il governo ha ribadito che il costo del lavoro stabile deve essere strutturalmente più basso di quello del lavoro a termine.

Lo stesso Ministro Poletti ha sottolineato che il confronto prosegue con 2 distinti incontri su pensioni e politiche del lavoro. Il governo sta valutando un intervento sulle pensioni minime, ad annunciarlo è stato lo stesso Premier Renzi che parlando nel corso di un’intervista ha dichiarato:“Noi non pensiamo che la concertazione sia la coperta di Linus della quale non si può fare a meno. Se c’è siamo più contenti e se si possono fare gli accordi noi siamo qui. Non è che noi siamo ideologici, siamo pronti a farli e li abbiamo fatti come nel caso Eletrolux o Lamborgini”.

Il governo mira a modificare la Legge Fornero sulla previdenza introducendo maggiore flessibilità con la Legge di Stabilità, lo ha dichiarato il Ministro del Lavoro.Molto soddisfatti i sindacati, e proprio subito dopo l’incontro è intervenuto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso il quale ha dichiarato:”La notizia è che oggi, dopo lungo tempo, il governo ha proposto di avviare un confronto di merito su due grandi temi: previdenza e lavoro. E’ il risultato della nostra iniziativa, innanzitutto quella sulla piattaforma delle pensioni, e di aver tenuto sempre alta la pressione. Non è una novità da poco”. Il ministro si è impegnato a convocare successivi incontri di merito in cui misureremo anche se il confronto si traduce in una effettiva disponibilità a costruire soluzioni o si limita all’ascolto”, ha aggiunto Camusso. “Il Cambiamento della Legge Fornero deve diventare una priorità della legge di stabilità. Nel merito il governo non ha illustrato nulla. Cifre non ce ne sono. Il governo non ha ritenuto di proporre una sua piattaforma, ha ascoltato la nostra, che già conosceva, e fatto agenda“. “Siamo ai titoli”, ha concluso.

Intervenuto dopo l’incontro di ieri con il Ministro Poletti, anche il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, il quale ha dichiarato che dal punto di vista del metodo abbiamo iniziato col piede giusto e si vedrà nei prossimi giorni di capire se sarà realmente così anche nel merito. Per quanto riguarda il costo del lavoro, Poletti ha confermato che “per noi il costo del lavoro stabile deve essere più basso di quello a termine”. Il confronto resta aperto e se ci saranno argomenti non in agenda li affronteremo comunque”, ha concluso il Ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.