Perde la pensione giocando ai videopoker, mette in scena una falsa rapina e aggressione denunciato 65enne nel Milanese

Perde la pensione giocando ai videopoker, mette in scena una falsa rapina e aggressione denunciato 65enne nel Milanese

Aveva tentato di ingannare tutti ma alla fine è stato scoperto e denunciato. La vicenda che stiamo per raccontarvi è avvenuta a Cusano Milanino in provincia di  Milano dove un pensionato di 65 anni è stato denunciato dai carabinieri del  Nucleo operativo di Bresso, per simulazione di reato.

Protagonista di questa incredibile storia è come abbiamo già anticipato, un pensionato di 65 anni, denunciato dai carabinieri per aver finto un’aggressione ed una rapina, mostrando anche delle evidenti ferite alla testa, come prova del pestaggio. Il pensionato è stato denunciato, dunque, dopo che nei giorni scorsi si era presentato in caserma carabinieri per  una rapina, nel corso della qual dei malviventi gli avrebbero portato via  parte  sostanziale della propria pensione, che ammonta a circa 850 euro,  rapina che stando a quanto dichiarato dal pensionato sarebbe avvenuta proprio davanti allo sportello bancomat.

L’uomo aveva raccontato ai carabinieri di Bresso di essere stato aggredito in strada da due sconosciuti che gli avevano portato via tantissimi soldi, gran parte della sua pensione. Purtroppo tutto questo si è rivelato una grande menzogna, visto che i carabinieri dopo alcuni giorni di indagini sono riusciti a risalire alla verità ed a smascherare l’uomo il quale non era stato affatto aggredito e rapinato ma aveva perso tutti quei soldi giocando alle macchinette lo scorso 5 maggio.I carabinieri hanno dichiarato di aver visionato tutte le immagini delle telecamere in zona, ed in tutti i filmati non vi era alcuna traccia di rapine ne tanto meno di prelievo al bancomat da parte dell’anziano signore. I carabinieri hanno così richiamato l’anziano signore che si è presentato in caserma in compagnia di alcuni familiari e se in un primo momento non ha fatto altro che confermare di essere stato rapinato, di fronte alle rivelazioni fatte dai carabinieri non è riuscito ad andare avanti con le bugie, raccontando tutta la verità, ovvero di aver perso tutti i soldi della pensione giocando al videopoker lo scorso 5 maggio.

L’uomo aveva paura del giudizio della famiglia per questo aveva mentito e per rendere ancora più vero l’accaduto si era procurato anche delle escoriazioni alla testa, strisciandola contro il muro. L’uomo , dopo aver confessato è stato così denunciato per simulazione di reato. Purtroppo la dipendenza da gioco è un fenomeno piuttosto diffuso e le vittime sembrano essere sempre di più. Secondo una ricerca condotto dalla Caritas diocesana di Milano sembra che almeno la metà dei centri Caritas sparsi sul territorio italiano ogni anno intercettino circa una ventina di persone con dipendenza dal gioco d’azzardo. Da questa ricerca, inoltre, è emerso che  nel 23% dei casi la dipendenza è stata individuata soltanto nel corso di svariati colloqui, nell’11% a indicarla è stato un parente della vittima  e solo nel 7% è stata confidata direttamente dalla persona interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.