Pietro Maso vuole fare del male alle sorelle e dichiara:”Devo finire il lavoro di 25 anni fa”

Interessanti rivelazioni su Pietro Maso, l’uomo tornato in libertà nel 2013 dopo una lunga permanenza in carcere durata 22 anni per aver ucciso i genitori nel mese di febbraio del 1991 a Montecchia di Crosara in provincia di Verona. Una volta uscito dal carcere, Pietro Maso aveva dichiarato di essersi pentito, peccato che adesso abbia fatto intendere altro.

Maso avrebbe intenzione di fare del male alle sue sorelle Nadia e Laura, e secondo gli inquirenti gravi minacce sarebbero state volte dallo stesso alle sorelle, che hanno portato i carabinieri ad intensificare il servizio di protezione per le due donne, che ad oggi hanno anche un’attività commerciale, ovvero un negozio di prodotti erboristici a Caldiero.”Le mie sorelle? Su di loro devo finire il lavoro di 25 anni fa…”, ha dichiarato Pietro Maso facendo intendere di voler finire il lavoro iniziato nel 1991 quando uccise i suoi genitori. Le due sorelle già dallo scorso mese di febbraio sono già sotto protezione in seguito ad alcuni annunci di possibili ritorsioni contro di loro arrivate dal fratello Pietro in seguito alla denuncia presentata nei suoi confronti da Nadia e Laura lo scorso mese di gennaio.

Le stesse, dopo l’accaduto avevano presentato un esposto ai carabinieri per chiedere alle autorità competenti di poter intervenire in loro difesa, in quanto avevano trovato il fratello Pietro molto cambiato, ed in evidente stato confusionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.