Ponte sullo Stretto, presentato esposto alla Consob del M5s contro Renzi

ponte-sullo-stretto-presentato-esposto-alla-consob-del-m5s-contro-renzi

Il Ponte è una delle ipotesi che non possono essere escluse a priori, ma non può nemmeno diventare l’ipotesi principale perché per noi l’ipotesi principale è quella il Sud Italia al resto del Paese”, è questo quanto dichiarato dal Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, rispondendo in questo modo alle interrogazioni parlamentari di Sinistra Italiana attualmente in corso alla Camera. “La domanda che si devono porre gli italiani non è se il ponte sullo stretto si farà o meno, ma se ci sarà o meno l’alta velocità, e se anche il sud ha diritto di essere collegato come il nord. L’alta velocità porta sviluppo, economia, posti di lavoro.

Il ponte comunque non è stato mai una priorità, l’abbiamo sempre detto. La priorità è lo sviluppo del sud”, ha aggiunto ancora Delrio rispondendo alle domande formulate da Fratelli D’Italia. Il Ministro ha voluto aggiungere che la gran parte delle risorse disponibili verranno utilizzate per le reti regionali e nello specifico si stanno valutato le condizioni attuali in Sicilia dove sono aperti diversi cantieri al momento e lo saranno ancora per diversi anni.

 Per quanto riguarda il Ponte, il Ministro delle Infrastrutture non lo ritiene proprio una priorità, come del resto aveva dichiarato già il Premier Renzi nei giorni scorsi. Il Ministro ha tenuto a precisare che sono stati stanziati i fondi per contrastare il dissesto ecologico a Messina, è stato finanziato il ripristino della Palermo-Trapani, e si sono anche stanziati fondi per la velocizzazione della Palermo-Agrigento e della Catania-Siracusa, proprio perchè la priorità sembra essere quella di ridare dignità ai pendolari. “Il ministro Delrio non ha voluto rispondere alle nostre domande. Non ci ha detto se ci sono questi 2 miliardi pronti per essere investiti sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto, non ci ha detto l’esatto ammontare delle penali. Delrio però ci ha spiegato che è vergognoso che per andare da Roma a Milano ci vogliono tre ore, mentre da Roma a Palermo 10. Caro ministro il problema è che per andare da Trapani a Siracusa ci vogliono oltre 12 ore e 5 cambi. Questa è la realtà, non le favole“, è questo quanto affermato dal deputato siciliano di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto replicando così alle parole del Ministro Delrio.

Polemico il Movimento cinque stelle nei confronti della proposta di Matteo Renzi di voler rilanciate il progetto del Ponte sullo stretto di Messina, e nello specifico secondo i pentastellati l’aver rilanciato proprio in questo momento tale ipotesi non sembra aver agevolato le quotazioni del Partito democratico in vista dell’atteso referendum costituzionale del 4 dicembre. “Non solo dopo l’annuncio è aumentato il valore del 6,5 per cento ma già il giorno precedente alle dichiarazioni di Renzi era aumentato il dato riguardante l’acquisto dei titoli. Rispetto al trend generale, infatti, è stato acquistato il doppio delle azioni della Salini-Impregilo”, ha commentato la capogruppo alla Camera, Giulia Grillo.Proprio nella mattinata di ieri il Movimento cinque stelle ha depositato un esposto alla Procura di Roma per chiedere di fare luce sull’aumento del valore delle azioni della società.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.