Potenza, esplosione violentissima devasta una palazzina: morte 3 persone e altre 3 ferite, tra queste una bambina

0

Lavello, bombola del gas esplode in una palazzina morte 3 persone e altre 3 ferite, tra queste una bambinaUna vera e propria tragedia è quella che ha avuto luogo proprio nella giornata di ieri, mercoledì 6 luglio 2016, precisamente a Lavello, comune italiano di 13,626 abitanti della provincia di Potenza, in Basilicata dove a causa dell’esplosione di una bombola di gas hanno perso la vita tre persone mentre invece, altre tre persone, sono rimaste ferite e tra queste vi è nello specifico una bambina che però, fortunatamente, è miracolosamente rimasta viva.

La tragedia, per essere più precisi, ha avuto luogo in una palazzina sita nello specifico nella via Machiavelli, nel rione Giardino del comune sopra citato, il fatto sarebbe accaduto nel tardo pomeriggio ovvero intorno alle ore 20,00, e come precedentemente anticipato, a causare tutto ciò è stata proprio l’esplosione di una bombola di gas all’interno dell’appartamento in cui viveva una famiglia romena.

Proprio una delle tre vittime era una donna che viveva in questo appartamento mentre invece, le altre due persone rimaste tragicamente uccise nell’esplosione appartenevano alla stessa famiglia e, per essere più precisi stiamo parlando di una donna di 94 anni di nome Raffaella Triggiani e di Pinuccia Finiguerra di 60 anni, rispettivamente madre e figlia e proprio quest’ultima sembra che sia stata investita dal crollo di una parete perimetrale del palazzo, un impatto così violento che ha segnato la fine della sua vita nonostante, davanti a se, avesse ancora molti da vivere. Tra le tre persone che invece sono riuscite a sopravvivere alla tragedia e che quindi, in seguito all’esplosione della bombola di gas hanno riportato delle ferite vi troviamo invece proprio la nipote della sessantenne Pinuccia Finiguerra, una bambina che inizialmente sembrava essere dispersa ma che per fortuna è stata poco dopo ritrovata per fortuna ancora in vita. Immediatamente dopo lo scoppio è stato lanciato l’allarme e subito, sul luogo dell’incidente, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto dalle macerie i corpi senza vita delle tre persone rimaste uccise nell’esplosione e le ambulanze con a bordo gli operatori sanitari che hanno dunque curato coloro i quali sono rimasti feriti.

Gli stessi inoltre, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, sono stati tutti e tre trasportati presso l’ospedale di Melfi proprio a bordo delle ambulanze del 118 e una volta in ospedale i medici hanno potuto curare le loro ferite. Quello che nella giornata di ieri è accaduto in provincia di Lavello ha lasciato senza parole davvero moltissime persone, una tragedia immensa commentata dallo stesso presidente della Regione, Marcello Pittella il quale ha nello specifico scritto un breve messaggio su Twitter esprimendo tutto il suo dolore. Marcello Pittella ha nello specifico scritto attraverso il proprio account Twitter “Profondo dolore per la tragedia che ha provocato la morte di tre donne a Lavello. Tutta la regione #Basilicata vicina alle famiglie”.

Rispondi o Commenta