Proclamato consigliere in Sardegna, ma è in carcere per traffico di droga internazionale: è caos nella regione

Proclamato consigliere in Sardegna, ma è in carcere per traffico di droga internazionale è caos nella regione

E’ caos in Sardegna nelle ultime ore, dove è stato assegnato da parte dell’Ufficio centrale elettorale il 60esimo seggio del consiglio regionale a Giovanni Satta dell’Uds, ovvero l’ex sindaco di Buddusò nonchè candidato nel collegio della Gallura nel 2014. Purtroppo nonostante il posto sia stato assegnato questo non potrà essere insediato perchè al momento Satta si trova in carcere, ed esattamente dallo scorso 6 aprile, accusato di traffico internazionale di stupefacenti capeggiato da alcuni pregiudicati albanesi. Vista la detenzione, Giovanni Satta non potrà assolutamente presiedere in aula, giurare fedeltà alla Repubblica e prendere pieno possesso del seggio.

«Abbiamo appena saputo della proclamazione e al momento stiamo valutando cosa fare , probabilmente Satta avrà una serie di adempimenti ai quali dovrà partecipare di persona e non so se gli sarà consentito farlo. Domani 15 aprile lo vedrò in carcere, parlerò con lui e decideremo come procedere», ha dichiarato Angelo Merlini, ovvero l’Avvocato di Giovanni Satta.

Anche se Satta alla fine dovesse giurare per l’ingresso in consiglio, accompagnato possibilmente dalla polizia penitenziaria, rischierebbe subito la sospensione dell’incarico, per effetto della Legge Severino. Questa sospensione di diritto ed immediata potrebbe durare fino ad un massimo di 18 mesi nel corso dei quali dovrà essere indicato un sostituto che potrebbe essere lo stesso consigliere sostituito da Satta, ovvero Gianni Lampis esponenti dei Fratelli d’Italia. Tra l’altro proprio Fratelli d’Italia ha annunciato una battaglia legale per difendere il seggio di Lampis.

“Abbiamo dato mandato ai nostri legali di studiare il provvedimento e ricorreremo in ogni sede affinché vengano rispettati i diritti del nostro movimento, dei nostri elettori, non solo del Medio Campidano ma di tutta la Sardegna”, ha così commentato il portavoce di Fdi in Sardegna, Salvatore Deidda in merito alla decisione dell’Ufficio elettorale che ha proclamato eletto proprio Giovanni Satta. Si tratta senza dubbio di una vicenda piuttosto delicata alla quale si affianca anche un’altra inchiesta giudiziaria che ha visto finire in carcere il vicepresidente dell’Assemblea, esponente di Forza Italia, ovvero Antonello Peru, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sui presunti appalti truccati della Sassari-Olbia. Anche Antonello Peru rischia di essere sospeso dall’incarico e dunque di essere sostituito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.