Ragazzo autistico diplomato a Gela con ottimi risultati: il Premier Renzi gli telefona per complimentarsi

0

Ragazzo autistico diplomato a Gela con ottimi risultati il Premier Renzi gli telefona per complimentarsi

Grande soddisfazione per il risultato ottenuto da un ragazzo di 19 anni, alunno del liceo delle scienze umane Dante Alighieri, dell’Istituto superiore Eschilo, il quale da pochi giorni ha finalmente conseguito il diploma con il massimo dei voti.

Il protagonista di questa storia è Samuele, un giovane di 19 anni autistico il quale proprio nei giorni scorsi ha sostenuto gli esami orali di maturità a Gela, riscuotendo anche diversi applausi dalla commissione e dei compagni di classe; i medici hanno diagnosticato questa disabilità permanente e complessa di natura neurobiologica, che lo accompagnerà purtroppo per il resto della sua vita, all’età di due anni.Il caso del giovanissimo Samuele ha catturato l’attenzione del Premier Matteo Renzi il quale nella giornata di ieri ha dichiarato: “Oggi pomeriggio lo chiamo.Organizziamo un appuntamento”. Il giovane Samuele nella giornata di ieri ha sostenuto gli esami orali di maturità a Gela, riscuotendo gli applausi della commissione e dei compagni di classe.

“È stato emozionante. E non mi riferisco all’esame. Emozionante è stato averlo avuto tutti i giorni a scuola: non è stato il primo alunno con una disabilità, ma ha dimostrato un impegno non comune. Samuele è un orgoglio. I compagni lo hanno sempre considerato uno di loro.Nei limiti delle sue possibilità raggiunge il massimo”, ha dichiarato il Preside dell’Istituto Giocchino Pellitteri.Samuele ha presentato una tesina che vede la Divina Commedia, geografia, inglese, e non matematica, che sembra essere una materia tra le preferite di Samuele, a detta del padre. “Abbiamo voluto evitare che si caricasse di tensione Sono talmente emozionata: oggi è il raggiungimento di un traguardo. Aveva due anni quando abbiamo saputo che era affetto da autismo: quasi sedici di terapia privata, anche ippoterapia. Io lo definisco un angelo sulla terra per la sua dolcezza”, sono queste le parole della mamma del giovane Samuele la quale ha spiegato che per tutto il suo percorso scolastico, ovvero alle elementari ed alle medie il figlio ha avuto un insegnante di sostegno, poi ha frequentato il catechismo per poter fare la comunione e poi la cresima.

“Voglio dare coraggio ad altri genitori, dicendo loro che stando vicino a questi ragazzi si può arrivare a traguardi inimmaginabili. Abbiamo fatto sacrifici ma poi Samuele ti ripaga con quel sorriso, dolcissimo”, ha aggiunto Mamma Provvidenza. Il giovane Samuele sembra essere cresciuto davvero tanto da quando il giovane ha cominciato la sua avventura scolastica nell’istituto sopra citato, circondato dall’affetto dei professori e dei compagni di classe, affrontando a terra alta gli esami di maturità, ad attenderlo ci sarà la prova più difficile. E adesso ci si chiede cosa farà dopo la scuola, Samuele? “Per la vita di tutti i giorni, a Gela non c’è niente dopo la scuola”. Dopo la conquista della maturità, per Samuele si delinea un presente senza molte alternative, domande legittime a cui qualcuno dovrà pur rispondere.

Rispondi o Commenta