Ravenna, scotch sulla bocca dei bambini: maestra d’asilo indagata per maltrattamenti

Ancora una maestra di scuola dell’infanzia indagata, ancora bambini molto piccoli vittime di violenza. Quest’ultimo caso arriva direttamente dalla provincia di Ravenna dove una maestra si trova adesso indagata con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di alcuni suoi piccoli alunni. Per essere più precisi ecco quanto accaduto.

Le indagini sono state avviate in seguito alla denuncia di alcuni genitori dei piccoli che frequentavano la scuole dell’infanzia del faentino i quali, proprio in seguito a tali maltrattamenti, avrebbero notato nei loro bambini un diverso atteggiamento. Ma a far nascere ancora di più il sospetto che qualcosa a scuola non andasse per come invece doveva andare è stato proprio l’eccessivo rossore sui lobi delle orecchie di uno dei bambini che frequentava la scuola in questione e proprio in seguito a tale accorgimento i genitori del bambino hanno immediatamente deciso di rivolgersi ai militari dell’Arma.

I carabinieri stanno adesso indagando, su due casi specifici di maltrattamento da parte dell’insegnante sui bambini e, per essere più precisi, un caso riguarda proprio l’eccessiva forza utilizzata nella “tirata di orecchie” su un alunno mentre invece il secondo episodio, ancora più grave del primo, corrisponderebbe a dello scotch applicato sulla bocca di tre diversi bambini con l’unico obiettivo di non sentirli più parlare e dunque con l’intenzione di zittirli. E’ opportuno precisare che tali episodi di maltrattamento su bambini della scuola dell’infanzia della provincia di Ravenna e sui quali sta adesso indagando la Procura, non hanno avuto luogo recentemente ma risalirebbero addirittura a due primavere fa ed esattamente alla primavera del 2014.

Il Pm Angela Scorza, per chiarire quanto realmente accaduto, ha chiesto di poter sentire, in un ambiente protetto, i bambini che hanno avuto la sfortuna di subire i maltrattamenti sopra citati da parte della maestra. A riportare tali indiscrezioni è stato il giornale “Il Resto del Carlino”, il quale ha anche riferito che il Gip PierVittorio Farinella ha deciso di intervenire sulla delicatissima questione chiedendo inoltre l’intervento di un psicologo infantile per poter capire se, i bambini vittime di violenza da parte dell’insegnante, siano in grado di fornire importanti testimonianze su quanto realmente accaduto nella classe da loro frequentata.

La prossima udienza è fissata per il mese di aprile, per cui bisognerà attendere tale data per capire cosa succederà. E’ incredibile come, ogni giorno sempre più, vengano alla luce casi di violenza su bambini molto piccoli, bambini che vengono maltrattati proprio da coloro i quali invece dovrebbero insegnare loro l’educazione e il rispetto per gli altri, bambini che data la tenera età non sono in grado di difendersi e sono dunque costretti solamente a subire tali violenze che il più delle volte vengono perpetrate dai genitori, dagli insegnanti, dalle persone a loro più care da cui mai si sarebbero aspettati di subire violenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.