Reddito Puglia, arriva il reddito di dignità: 600 euro per 60 mila persone: ecco chi può presentare la richiesta

1

Reddito Puglia, arriva il reddito di dignità 600 euro per 60 mila persone ecco chi può presentare la richiesta

Arriva il reddito di dignità noto più come ReD, che sta per diventare realtà in Puglia. Per chi non lo sapesse si tratta di uno strumento per consentire a tutti i cittadini di affrontare la crisi e uscirne in maniera dignitosa, ma è anche una forma di assistenzialismo. Nei prossimi giorni ed esattamente da oggi fino al prossimo 25 l’Unione di Centro girerà la provincia di Foggia per spiegare le opportunità offerte dal Reddito di Dignità pugliese; il tour inizierà da Reddito di Dignità, tour foggiano dell’Udc  Cagnano Varano presso la sezione del partito in via Dauno, poi toccherà a San Severo, Candela, San Marco in Lamis, Apricena, Foggia, San Giovanni Rotondo, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Cerignola, Vico del Gargano e Torremaggiore. Al ReDTour parteciperanno l’on. Angelo Cera, l’assessore al Welfare Salvatore Negro e il presidente Gruppo Popolari in via Capruzzi, Napoleone Cera.

Il parlamentare della Repubblica ha dichiarato: “Abbiamo voluto realizzare il tour in provincia di Foggia proprio per accorciare le distanze tra politica e cittadini, ma anche per offrire un servizio a quanti sono interessati dal provvedimento adottato dalla Regione”. Tale reddito di dignità rappresenta una misura di contrasto alla povertà e reinserimento sociale che prevede un contributo mensile massimo pari a 600 euro che stando alle stime della Giunta regionale interesserebbe circa 60 mila pugliesi, 20 mila nuclei familiari. “Invitiamo il presidente Emiliano e il governo regionale a trovare modalità per allargare il numero dei pugliesi che possano fare ricorso al reddito di dignità. In questo senso avrà sempre il sostegno dell’Udc e del gruppo Popolari”, sottolinea Napoleone Cera.Le domande potranno essere presentate il prossimo 29 luglio e potranno essere rivolte a persone che abbiano compiuto la maggiore età, residente in Puglia, che abbiano un Isee inferiore a 3000 euro l’anno, che no abbiano indennità assistenziali o previdenziali superiori a 600 euro mensili.

Sono stati previsti due bandi, il primo rivolto ai cittadini ed il secondo ai soggetti che ospiteranno tirocini, inoltre è previsto lo scambio dei beneficiari con la comunità attraverso la partecipazione a corsi di formazione e la prestazione di lavori.  E’ da sempre stato uno dei cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle, il reddito di cittadinanza, una proposta ad oggi sposata dal governatore della Puglia Michele Emiliano. I grillini hanno commissionato uno studio all’Istat, da cui è risultato che in Puglia sarebbero 126 mila le famiglie al di sotto della soglia di povertà. Secondo l’Istituto di statistica, affinché le famiglie pugliesi uscissero dalla situazione di povertà, servirebbero oltre 309 milioni di euro. “È una legge importante anche perché manca in Italia una misura di contrasto alla povertà. Siamo l’unico paese in Europa, dopo la Grecia” è il commento, invece, di Antonella Morga, segretario regionale della Cgil, che ha ricordato come in Italia esistano oltre 6 milioni di persone in condizioni di povertà assoluta, di cui 620 mila in Puglia.

1 COMMENT

  1. redito dignita soldi che avete promesso a chi aspeta dove stano e solo na poresa per cullo ce gente che aspeta da tanto tempo e solo na fregatura e na presa per cullo la puglia aspeta sempre ma nn ce nulla arrivera punto che la gente arrivera capo linea e na presa per cullo redito dignita a gente pugliese che aspeta da tempo

Rispondi o Commenta