Ricercatori italiani scoprono come i virus battono il sistema immunitario ed ingannano l’organismo

0

ricercatori-italiani-scoprono-come-i-virus-battono-il-sistema-immunitario-ed-ingannano-lorganismoScoperto il meccanismo utilizzato da alcuni virus per eludere il sistema immunitario e proliferare indisturbati all’interno del corpo umano. E’ questa l’interessantissima scoperta effettuata da un gruppo di ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, i quali oltre a voler mettere in evidenza questo processo hanno anche messo in luce e spiegato come poterlo contrastare.Si tratta di una scoperta molto importante, visto che permetterà di poter arrivare alla formulazione di vaccini più efficaci e funzionali. Intervenuto sulla questione, il dottor Matteo Iannocone, il quale si trova al capo dell’Unità di ricerca in Dinamica delle Risposte Immunitarie nella Divisione di Immunologia, Trapianti e Malattie Infettive del San Raffale il quale ha dichiarato che l’obiettivo era capire cosa va storto nel funzionamento della risposta immunitaria. Il lavoro, è stato pubblicato su Science Immunology, e come già anticipato è stato coordinato da Matteo Iannacone, dottore rientrato in patria dagli Stati Uniti dopo aver vinto il Career Development Award della Fondazione Armenise-Harvard, che gli ha permesso di aprire un nuovo laboratorio presso l’Istituto milanese.

“Siamo andati a osservare con la microscopia intravitale (che riesce cioe’ a osservare i tessuti direttamente nell’organismo e non su una provetta) cosa accade nei linfonodi, dove normalmente i linfociti B si attivano per produrre gli anticorpi. L’obiettivo era capire cosa va storto nel funzionamento della risposta immunitaria“, spiega Matteo Iannacone.I ricercatori in questione, per poter effettuare questa grande scoperta hanno utilizzato una rivoluzionaria tecnica di microscopia in vivo, la microscopia intravitale che ha permesso di osservare dall’interno ed in tempo reale come effettivamente si comportano le cellule del sistema immunitario in azione. “Una volta identificato il meccanismo che i virus sfruttano per persistere nell’ospite, abbiamo provato a intervenire direttamente sui monociti infiammatori che sembravano ostacolare la risposta immunitaria e abbiamo scoperto che eliminandoli, impedendone l’arrivo nei linfonodi o ancora disattivandone la funzione – si ripristina una corretta risposta immunitaria: i linfociti B riescono di nuovo a produrre anticorpi così da eliminare il virus”.

I risultati di questo studio, sono stati comunque molto importanti, perchè hanno dimostrato come alcuni alcuni tipi di virus, come ad esempio quelli dell’epatite B, epatite C e Hiv, riescano ad uccidere i linfociti B che sono parte integrante del nostro sistema immunitario. Il motivo per cui alcuni germi nemici vengono eliminati immediatamente e altri no è rimasto finora misterioso. La ricerca in questione, che come abbiamo anticipato, risulta essere importante ed anche determinante per poter arrivare alla formulazione di vaccini più funzionale ed anche allo studio di altri tipi di virus che come quelli dell’epatite e dell’Hiv eludono il sistema immunitario, è stata finanziata dallo European Research Council, ed ancora da Fondazione Giovanni Armenise-Harvard, dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, della European Molecular Biology Organization e del Ministero della Salute.

Rispondi o Commenta