Rifiuti ed emergenza topi a Roma: il sindaco Raggi annuncia sanzioni per chi sporca

13.0.252706493-U43040552767777HdH-U43200860689333PnC-1224x916@Corriere-Web-Roma-593x443E’ emergenza rifiuti in diverse parti d’Italia ed anche a Roma dove il sindaco Virginia Raggi nella giornata di ieri ha postato su Facebook un messaggio per i suoi cittadini nel quale si legge: “Sarò chiara: a chi crede di poter trattare come una pattumiera la città consiglio prudenza, perché nei prossimi giorni con la Giunta metterò al vaglio l’ipotesi di un duro incremento delle sanzioni su chi sporca e inquina”. Nella mattinata di ieri il sindaco si è recato a Tor Bella Monaca in seguito alla diffusione di un video ripreso da bambini nel quale s vedono dei topi che corrono attorno dei cassonetti, e proprio dopo questa visita la Raggi ha ufficialmente dichiarato guerra alla sporcizia in città. Il sindaco ha annunciato delle contromisure tra le quali un aumento delle sanzioni per chi sporca; la misura è reputata piuttosto urgente ed efficace visto che non importa quanto ammonta la multa se poi comunque non si riesce a prendere il responsabile per questo motivo la giunta sta valutando dei sistemi di videosorveglianza così come la possibilità di mettere in loco persone per monitorare ovvero dei controllori. “Stiamo studiando. Mi permetto di non dire altro perchè non abbiamo ancora definito con precisione, stiamo valutando molti elementi” ha continuato la sindaca che sulla sua pagina Facebook ha promesso: “Ripuliremo Roma, vinceremo l’inciviltà”.

Secondo il sindaco Raggi oltre che stabilire e fissare delle nuove regole e sanzioni importante ristabilire un patto con i cittadini visto che è vero che i politici devono agire ma comunque i cittadini devono aiutare  e dunque devono conferire bene loro rifiuti e non devono sporcare la città per questo motivo il sindaco di Roma ha chiesto ai suoi cittadini di collaborare. “Io vivo in una periferia e non è questo che mi spaventa. Il problema è come viene tenuta. Qui è completamente degradata. Le amministrazioni sono state assenti, ora interverremo ma ci serve l’aiuto dei cittadini“.La pentastellata denuncia però anche l’inciviltà dei romani riferendo invece come in alcuni quartieri, come a Prati, ci sarebbero “cassonetti vuoti e rifiuti a terra (inclusi forni da cucina e vasche da bagno)”. “Abbiamo inoltre individuato 32 aree nelle quali costruire delle mini isole ecologiche in ogni quartiere”, ha aggiunto, perché “abbiamo visto che molte aree vengono di fatto utilizzate come discariche e ora stiamo partendo con le pulizie e le bonifiche”.Purtroppo l’emergenza rifiuti non sembra essere il solo problema della città di Roma, visto che la capitale sembra essere ostaggio dei roditori.

A tal riguardo è intervenuta Federica Menganori, ovvero la mamma di uno dei bambini che ha effettuato il video, la quale ha dichiarato: “Arrivano dappertutto, anche al quarto piano. Salgono dal vano ascensore. Li vedo muoversi sui davanzali, entrare nelle camere da letto dei vicini. Nessuno viene a fare la derattizzazione, nessuno pota gli alberi, nessuno combatte le zanzare. È tutto abbandonato. Da ottobre i contatori dell’acqua perdono, si formano pozze dove i topi si fermano a bere. Ho reclamato più volte ma sapete cosa mi hanno risposto? Non si preoccupi, tanto l’acqua mica la paga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.