“Roberta Ragusa è sepolta in quel boschetto”, ma si tratta della segnalazione di un mitomane

Roberta Ragusa è sepolta in quel boschetto, ma si tratta della segnalazione di un mitomane

Si torna a parlare del caso relativo all’uccisione di Roberta Ragusa. Sembrava una confessione, ma invece si è rivelata l’ennesima opera di un mitomane intervenuto sul caso della morte della povera Roberta Ragusa sparita nella notte tra il 13 ed il 14 gennaio 2012 dalla sua abitazione in provincia di Pisa.

Stando a quanto emerso sarebbe arrivata una lettera, con tante di fotografie di un boschetto che indicava il luogo dove era stato sepolto il corpo senza vita della povera donna; il materiale di cui si parla sarebbe stato inviato direttamente al Comando provinciale dei carabinieri di Pisa. Il posto indicato è un boschetto sito vicino la stazione di San Giuliano Terme.

I carabinieri, una volta giunto il materiale al Comando hanno provveduto ad analizzare il tutto e fare i dovuti accertamenti ma ecco che questa si è rivelata l’ennesima segnalazione non attendibile e che non verrà presa dunque in considerazione.

Da quanto emerso si tratta di una segnalazione nulla,arrivata da un mitomane che tra l’altro in diverse occasioni è stato denunciato dai carabinieri per “le sue uscite di senno”.Il caso della scomparsa di Roberta Ragusa rimane ancora un gran mistero; la Cassazione, intanto lo scorso 18 marzo ha annullato il proscioglimento di Antonio Logli, il marito della donna indagato per l’omicidio della moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.