Roma, bambina di 10 anni vittima di abusi durante festa in parrocchia: arrestato pedofilo seriale

Roma, bambina di 10 anni vittima di abusi durante festa in parrocchia: arrestato pedofilo serialeSempre più minori, giorno dopo giorno, sono costretti a subire violenza sia fisica che psicologica e al telegiornale o ancora sul web, ogni giorno sempre più, è possibile leggere o ascoltare tristi storie che hanno come protagonisti minori.

L’ultimo terribile caso arriva direttamente dalla città di Roma e vede come protagonista una bambina di soli dieci anni, vittima di un terribile abuso. A commettere l’agghiacciante gesto è stato un uomo di 45 anni che avrebbe adescato la bambina di dieci anni proprio nel corso di una festa parrocchiale. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembrerebbe che il pedofilo quarantacinquenne per allontanarsi insieme alla piccola abbia utilizzato delle forme di approccio definite dalla polizia “subdole e pericolose” in quanto proprio utilizzando una banale scusa l’uomo è riuscito ad allontanarsi con la bambina di dieci anni nel corso della festa parrocchiale, come precedentemente anticipato, costringendo la piccola utilizzando l’inganno, a seguirlo all’interno di una stanza dove poi si è consumata la tragedia e dunque dove la piccola è stata costretta a subire l’abuso da parte dell’uomo.

In realtà non sarebbe questo il primo caso in cui l’uomo quarantacinquenne le cui iniziali sono P.L., abbia commesso questo agghiacciante reato ed infatti aveva già scontato una pena a sette anni di reclusione per una condanna definitiva inflitta nel 2008 per i medesimi reati commessi sempre a danno di alcuni minori. Recentemente inoltre ed esattamente proprio nei primi giorni del mese di maggio, il quarantacinquenne era finito in carcere ancora una volta con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due bimbe di 9 e 5 anni e di tentata violenza sessuale nei confronti di una 15enne e nello specifico, nella prima occasione l’uomo era riuscito a rimanere da solo con la piccola e aveva mentito raccontando di essere un insegnante di ginnastica che si trovava in quel luogo per effettuare dei provini per uno spettacolo che avrebbe dovuto avere luogo proprio all’interno della parrocchia, uno spettacolo parrocchiale mentre invece nel secondo caso e dunque in quello della ragazzina di quindici anni l’uomo avrebbe finto di essere un fisioterapista ma in quest’ultimo caso la ragazzina è riuscita fortunatamente a fuggire.

Adesso a distanza di pochi giorni da quanto accaduto il 3 maggio, sul 45enne pende una nuova accusa, questa volta ai danni di una bambina di soli dieci anni. Secondo quello che è il pensiero espresso dagli investigatori l’uomo era “abile nello scegliere accuratamente le sue vittime” e “metteva in atto una vera e propria strategia di persuasione”. Gli inquirenti si sono adesso messi a lavoro avviando le indagini per capire o meglio individuare ulteriori vittime dell’uomo, ulteriori bambine o ragazzine che con l’inganno sono state avvicinate dal 45enne che senza alcuno scrupolo ha poi abusato di loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.