Roma, picchia brutalmente la compagna con il figlio di 1 anno in braccio: arrestato 33enne

0

Roma, donna picchiata selvaggiamente dal compagno con il figlio di 1 anno in braccio arrestato 33enneSempre più donne, giorno dopo giorno, sono vittime dei loro compagni, fidanzati, mariti. Donne costrette a subire la violenza fisica e psicologica dei loro uomini che dichiarano di amarle ma che in realtà non dimostrano il loro amore ma al contrario le colpiscono facendole sentire deboli. Purtroppo in molti casi le donne costrette a subire violenza non hanno il coraggio di denunciare, temono per la propria vita o per quella dei loro figli e per questo decidono di subire solo perché prive del coraggio di dire basta. Per fortuna però tra tante che subiscono in silenzio vi sono alcune donne che trovano il coraggio di reagire e denunciare chi, giorno dopo giorno le mortifica e mette in serio pericolo la loro vita.

L’ultimo terribile caso di violenza arriva dalla città di Roma e nello specifico dal quartiere Ardeatino di Roma dove i poliziotti, lo scorso venerdì sera sono intervenuti in un appartamento dove un uomo di 33 anni, successivamente arrestato, stava picchiando selvaggiamente la sua compagna che in braccio teneva il figlioletto di solo un anno. Ad avvisare le forze dell’ordine di quanto di tremendo stava accadendo è stata proprio la sorella dell’arrestato che, avvisata di quanto stava accadendo all’interno dell’abitazione del fratello è salita in auto per recarsi a casa di quest’ultimo e contemporaneamente ha chiamato il numero unico emergenze non perdendo tempo e salvando dunque la vita della donna e del suo bambino.

Gli agenti di polizia del commissariato Tor Carnone, una volta arrivati sul posto si sono trovati davanti una scena davvero raccapricciante in quanto nello specifico salendo le scale per raggiungere l’abitazione dove si stava svolgendo l’aggressione hanno notato delle tracce di sangue per terra e sul muro e, una volta arrivati nell’appartamento hanno trovato la donna in forte stato di agitazione e con il naso sanguinante mentre il piccolo si trovava seduto nel seggiolone e per fortuna non mostrava alcun segno di violenza.

La giovane donna inizialmente, forse per timore o forse perché troppo agitata, aveva dichiarato di essersi fatta male cadendo ma gli agenti di polizia hanno fatto il possibile per rassicurarla e alla fine la donna ha deciso di confessare di essere stata picchiata dal compagno al termine di una forte lite precisando inoltre che il tutto sarebbe avvenuto proprio mentre teneva in braccio il figlioletto di un anno. I poliziotti hanno trovato l’uomo nascosto sulla terrazza condominiale e lo hanno arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali ai danni della compagna. Quest’ultima, successivamente accompagnata in ospedale, ha riportato una frattura al naso che è stata giudicata guaribile in 25 giorni. Una tragedia sfiorata quella di venerdì sera nella città di Roma, l’ennesima donna picchiata dal proprio compagno in maniera piuttosto selvaggia e soprattutto con il suo bambino tra le braccia, ma una donna che ha avuto il coraggio di dire basta.

Rispondi o Commenta