Roma, esplode il barbecue ragazzo in pericolo di vita in stato di coma

Era intento nel montaggio del barbecue di casa, ad un certo punto presumibilmente a causa di un rientro di fiamma inesploso colpendolo al volto. Per questo motivo un ragazzo trentenne di Roma è attualmente ricoverato Sant’Andrea in pericolo di vita.

Il ragazzo, medicato immediatamente dal 118, è tuttora in coma con prognosi riservata. Sull’avvenimento, sul quale indagano i carabinieri della stazione di Mentana è accaduto in zona Fonte Nuova, piccolo paesino all e porte di Roma.

Il barbecue per molte persone non avere passione, oltre a stare con amici e parenti trascorrendo interi weekend all’aria aperta. Purtroppo volte questi attrezzi se non vengono adoperati nel modo corretto possono essere pericolosi, infatti sul mercato ci sono vari modelli da quelli da tavolo, a quelli con le apposite zampe che si possono posizionare ovunque. Ma il rischio più grande di un barbecue e il ritorno di fiamma per alimentare il fuoco, per questo motivo è sconsigliato usare l’alcol come mezzo di combustione.

Un terribile incidente domestico è avvenuto a Fonte Nuova, piccolo comune alle porte di Roma. Indagano i carabinieri della stazione di Mentana. Un 29enne romeno stava accendendo un barbecue a gas in giardino quando l’apparecchio, forse per un ritorno di fiamma, è esploso centrandolo sul volto provocandogli un forte trauma facciale. Soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale Sant’Andrea di Roma, ora è in coma ed è in pericolo di vita.

Sembra che la faccia del giovane romeno sia gravemente ustionata e si attendono notizie dai medici del plesso ospedaliero dell’ospedale di Sant’Andrea di Roma per comprendere quali sono le attuali condizioni di salute dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.