Roma – Guidonia: Rapinatori armati in gioielleria Ferito il titolare, arrestati due uomini

Il titolare di una gioielleria è rimasto ferito durante un tentativo di rapina avvenuto a Villalba di Guidonia. Alle 11.30 due uomini sono entrati nel negozio armati di pistola e hanno minacciato il proprietario. Appena i carabinieri della compagnia di Tivoli sono arrivati sul posto – allartati dall’allarme anti-rapina che è subito scattato – si sono piazzati all’esterno e hanno notato la presenza dei malviventi. Subito dopo, all’interno dell’esercizio, è partito uno sparo. I due malviventi sono stati bloccati mentre uscivano dalla gioielleria per andare a prendere un motorino con il quale fuggire.

Il gioielliere è stato colpito a un braccio ed è stato portato in ospedale: non sarebbe in pericolo di vita. I due banditi, romani e tossicodipendenti, erano già noti alle forze dell’ordine per precedenti rapine. L’arma, che è stata sequestrata, è risultata rubata.

Paura a Villalba di Guidonia (Roma) dove ieri c’è stata una rapina che ha rischiato di finire in tragedia. Secondo quanto si è appreso, i carabinieri sono arrivati davanti alla gioielleria dopo che era scattato l’allarme antirapina e hanno sentito il rumore di un sparo. Il titolare del laboratorio orafo di via Tiburtina 98, è rimasto ferito da un colpo di pistola a un braccio.

Subito dopo hanno visto i due rapinatori uscire dal negozio e li hanno bloccati. Uno dei due era armato di pistola. Recuperata la refurtiva che verrà riconsegnata al titolare della gioielleria una volta dimesso dal pronto soccorso del nosocomio di Tivoli. A finire in manette sono stati due romani, 38 enni, con precedenti penali. Uno dei due rapinatori, Cristian Cardinale, era stato protagonista di un’altra rapina in una gioielleria nel 2011, sempre a Roma in via Cavour, durante la quale si sparò da solo al volto nel tentativo di fuggire.

I due rapinatori sono ora in stato di fermo. Il gioielliere è stato colpito a un braccio e non sarebbe in pericolo di vita. Secondo quanto si e’ appreso, i carabinieri sono arrivati davanti alla gioielleria dopo che era scattato l’allarme antirapina e hanno sentito il rumore di un sparo. I due banditi, romani e tossicodipendenti, erano già noti alle forze dell’ordine per precedenti rapine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.