Roma, Marco Ricci campione di pugilato sequestra un bambino di nove anni per riavere la droga dalla madre “se non paghi lo ammazziamo”

0

Roma, campione di pugilato sequestra un bambino di nove anni per riavere la droga dalla madre

Avrebbe rapito un bambino di soli 9 anni per un motivo davvero assurdo, ovvero perchè convinto che la madre gli avesse sottratto degli stupefacenti per 5,150 euro. Ad aver rapito il bambino è stato un pugile romano di nome Mirko Ricci di 25 anni campione intercontinentale Wba e detentore del titolo italiano nella categoria mediomassimi.

La vicenda risale allo scorso giovedì sera quando la madr eel bambino si era presentata negli uffici della squadra mobile romana per denunciare il sequestro di persona a scopo di estorsione del figlio di nove anni.

A finire in manette il campione di Box dei pesi medio massimi, il pluripregiudicato 25enne Mirco Ricci, la sorella 30enne, Francesca Ricci, la madre 54enne, Palma Condemi, e un’altra giovane di 25 anni, Sonia Cataldi, che aveva messo a disposizione la casa per nascondere il bambino. Il bambino sarebbe stato rapito giovedì e nel caso in cui la madre avesse voluto rivederlo avrebbe dovuto versare ai sequestratori non del denaro ma una partita di droga da cinquemila euro.La donna però non ha ceduto al ricatto e per questo si rivolta alla polizia ed ha denunciato la sparizione del figlio ed il responsabile della sparizione; una volta presentata la denuncia sono subito partite le indagini condotte da parte della squadra mobile diretta da Luigi Silipo condotte fino all’alba di ieri che hanno portato poi alla liberazione del bambino.

Il bambino era stato sequestrato nella giornata di mercoledì dal pugile chiamato “The predator” e dalla sorella Francesca di 30 anni, dalla madre Palma Condemi di 54 anni e da Sonia Cataldi di 25 anni. Dal momento in cui il bambino venne sottratto alla madre sono partite le minacce di morte sul bambino nei confronti della madre per riavere indietro la droga. Per fortuna le indagini hanno permesso nel giro di pochissimo tempo di individuare il covo dei rapinatori sito nella periferia ovest di Roma, ed una volta sul posto gli agenti sono riusciti a liberare il bambino. Gli agenti sul luogo hanno effettuato alcune perquisizioni in un residence riuscendo a trovare il bambino ed i sequestratori.Ricci e la Condemi sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato dalla minore età del sequestrato

Rispondi o Commenta