Shock, la nuova folle moda dei giovani: cocktail di pillole alla ricerca dello sballo

E’ allarme tra i giovani che da quanto è emerso sembra abbiano cavalcato l’onda di una nuova moda, davvero pericolosa conosciuta come la roulette russa dei farmaci. E’ questo quanto dichiarato dalla Food and Drug Administration americana che come già anticipato ha lanciato proprio negli ultimi giorni un allarme riguardante i giovani, i quali sempre più spesso rubano i medicinali dagli armadietti dei loro genitori per portarli alle feste e mescolarli tutti assieme in grandi contenitori per poi consumarli in grandi quantità.

Si tratta della nuova moda diffusa tra i giovani che prende il nome di roulette russa dei farmaci e che come possiamo immaginare risulta davvero molto pericolosa. Queste feste, vengono chiamate Farma Party e come prevedibile possono avere delle conseguenze davvero traumatiche ed anche molto pesanti per i partecipanti; in molti casi queste feste possono condurre anche tanti giovani alla morte.

Durante queste feste i giovani non assumono solo questi farmaci ma anche alcolici che rendono ancora più pericolosa la situazione, un cocktail davvero micidiale per l’organismo. Si tratta di medicinali presi a caso e per questo in questi contenitori si possono trovare farmaci di varia natura, da quelli comuni a quelli che vanno assunti solo dietro prescrizione medica.

Ogni ragazzo assume un farmaco nel contenitore; i problema è che nelle scatole come già abbiamo anticipato non ci sono solo farmaci da banco come aspirine e antidolorifici, ma anche quelli pesanti come gli antidepressivi.Il rischio è anche per i bambini, i quali con grande facilità possono venire a contatto con questi contenitori tutti colorati.

A tal riguardo Connie Jung della Fda ha dichiarato:“Il rischio coinvolge “di riflesso” anche i bambini più piccoli, che “sono attirati dalle confezioni colorate delle pillole, che scambiano per caramelle o perché magari i farmaci vengono smaltiti in modo non corretto e li trovano così nella spazzatura”. “E’ necessario chiudere i farmaci a chiave e metterli in posti dove non li possono raggiungere, al di fuori della loro portata”, ha aggiunto Connie Jung della Fda. Purtroppo ogni anno sono circa 60mila i bambini che finiscono al pronto soccorso per l’assunzione di medicinali; sono questi i numeri diffusi dalla Fda proprio nelle ultime settimane che danno l’idea di quanto la situazione possa essere più pericolosa di quanto si possa immaginare.  Nel 2003, oltre 2 milioni di ragazzi tra i 12 e i 17 anni hanno abusato dei farmaci sottratti ai loro genitori che purtroppo sempre più spesso sono all’oscuro di quanto sta accadendo ai loro figli. La situazione è ancora più grave per i genitori americani i quali sbagliano perchè i farmaci venduti dietro prescrizione medica possono essere più pericolosi delle droghe da strada, ma spesso vengono sottovalutati.

L’agenzia del farmaco americana è combattuta: da un lato vuole che si parli del fenomeno per prevenirlo, dall’altro non vuole creare un mito tra gli adolescenti che ancora non lo conoscono. La soluzione, per loro, è chiudere a chiave le medicine. La soluzione, invece, per gli psicologi è quella diparlare con i figli e spiegare loro perché i farmaci non si mischiano e non si ingoiano con l’alcol. La risposta è semplice: SI MUORE. E dopo morti lo sballo è finito per sempre.

One comment

  1. Non sono feste, sono raduni per completi imbecilli.
    Basterebbe informarsi un minimo per sapere che determinati farmaci non vanno assunti con altri o che non bisogna assolutamente bere alcolici se si sta seguendo una cura farmacologica….

    Questi dementi non andrebbero nemmeno soccorsi quando poi stanno male.
    Tolgono l’ambulanza e il letto ospedaliero a chi purtroppo ne ha veramente bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.