Sciopero Aerei, Tar del Lazio annulla differimento: Alfano lancia lo stop per motivi di sicurezza

0

Sciopero Aerei, Tar del Lazio annulla differimento Alfano lancia lo stop per motivi di sicurezza

Nella giornata di ieri il Tar del Lazio ha annullato l’ordinanza con la quale il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio nella giornata di giovedì aveva differito ad altra data lo sciopero dei controllori di volo, programmato per sabato 23 luglio ovvero oggi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

La notizia dell’annullamento dell’ordinanza da parte del Tar del Lazio ha allarmato il governo preoccupato delle possibili ricadute in considerazione dello scarso preavviso rispetto alla citazione stessa ed anche il fine settimana inchino periodo di vacanze.Lo sciopero era stato programmato per la giornata di oggi, dai sindacati dei controllori di volo ovvero dalle sigle Filt-Cgil, Fit Cisl, Uilt, Ugl-Ta Anpcat, Unica e Fata-Cisal. Poi nella giornata di giovedì Delrio aveva ordinato lo stop agli scioperi, dichiarando: “Il provvedimento si è reso necessario ed urgente allo scopo di evitare un pregiudizio grave ed irreparabile al diritto di libera circolazione costituzionalmente garantito”.Subito dopo Delrio si è messo in contatto con il collega degli interni, ovvero Angelino Alfano che ha così invocato un nuovo stop per motivi di ordine pubblico.

“Ho mandato una circolare a tutti i prefetti perché adottino con urgenza i provvedimenti necessari (ai sensi dell’articolo 2 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) perché il traffico aereo si svolga con regolarità”, ha comunicato il ministro dell’Interno Angelino Alfano.Dopo la diffusione di queste notizie, però due sigle sindacali, ovvero Unica e Anpcat hanno fatto ricorso al Tar che ha dato loro ragione, dicendo che la motivazione dell’atto del Ministero non appare idonea a rappresentare ragioni eccezionali, tali da consentire una limitazione del diritto di sciopero. “Ancora una volta il provvedimento ministeriale non appare preceduto da apposita segnalazione della Commissione di Garanzia per l’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, né da previa informativa dell’Amministrazione alla medesima Commissione”, si legge nel decreto del Tar. Intervenuto anche il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Riccardo Nencini, il quale ha aggiunto che è giusto e doveroso che il Governo adotti qualsiasi misura per differire lo sciopero degli operatori di

volo, per motivi di ordine pubblico. “Lo sciopero potrebbe provocare disagi di proporzioni enormi per centinaia di migliaia di cittadini in un momento di intenso flusso turistico negli aeroporti italiani“, aveva aggiunto il Ministro nei giorni scorsi.Nonostante tutto però nel fine settimana alcuni disagi potrebbero verificarsi a causa di alcuni scioperi riguardanti la circolazione ferroviaria; sembra che il personale del gruppo Fs nella giornata di oggi ed esattamente dalle ore 21 fino alla stessa ora di domani, domenica 24 luglio non sarà in servizio per uno sciopero indetto da alcune sigle sindacali autonome. Lo sciopero in questione però non sembra interessare il Veneto, il Piemonte, le Marche, l’Abruzzo e l’Umbria.

Rispondi o Commenta