Sciopero generale nella pubblica amministrazione, trasporti e scuola: disagi e caos a Roma

sciopero-generale-nella-pubblica-amministrazione-trasporti-e-scuola-disagi-e-caos-a-romaTantissimi i disagi causati dallo sciopero dei trasporti e della pubblica amministrazione in diverse città italiane. Nella capitale, nella giornata di ieri il blocco dei trasporti ha praticamente paralizzato la città; tante le difficoltà registrate dai cittadini soprattutto nel settore trasporti, visto che sono rimaste chiuse le linee A e C della metropolitana. Nella mattinata di ieri intorno alle ore 8.45 per un guasto ad uno dei convogli si è bloccato in galleria poco prima di arrivare alla stazione Termini ed i passeggeri sono stati costretti a scendere e a proseguire a piedi. Tante le corse rallentate e tante altre soppresse su tutta la rete bus Atac e le linee periferiche; lo sciopero, come abbiamo avuto modo di anticipare, non ha però investito solo il settore trasporti, ma anche il settore scuola e uffici pubblici ed è stato indetto proprio per protestare contro le politiche economiche del governo Renzi dettate dalla Ue, ma anche per la difesa e l’attuazione della Costituzione e il NO al referendum. In piazza si sono dati appuntamento i sindacati di base, Usb, Unicobas e Usi, con mobilitazioni, picchetti, presidi per tutta la giornata e manifestazione nazionale prevista per il pomeriggio di oggi.

“Il presidente del Consiglio ha detto che lo sciopero contro la manovra sarà un boomerang contro chi lo proclama ma il boomerang sta tornando a lui.Tutto prelude a una sconfitta enorme al referendum del 4 dicembre. E votare ‘No’ deve servire a rivitalizzare l’opposizione nel paese che sta diventando sempre meno democratico”, ha dichiarato Fabrizio Tomaselli, dell’esecutivo confederale dell’Usb.Dei 27 miliardi della manovra 20 vanno alle imprese e alle banche. L’Ape (l’anticipo pensionistico) è una presa in giro e non sarà utilizzata dai lavoratori. E’ una misura che rientra nella logica dei bonus, nel ‘welfare della miseria’ che caratterizza i provvedimenti di questo governo. Ogni tanto dal cappello del signor Renzi escono fuori delle briciole”, ha aggiunto ancora Tomaselli. In Campania è completamente fermo il servizio ferroviario delle linee flegree, oltre l’80% in sciopero all’ANM e all’Atc Capri. A Milano non sono state segnalate particolari criticità e la circolazione è proseguita regolare per tutta la giornata ad eccezione dei disagi dovuti al corteo del sindacato Usb, partito alle ore 9.30 da largo Cairoli, con arivo a Piazza San Babila.

A Roma il servizio è garantito da inizio turno alle 8.30 e dalle 17 alle 20; a Milano da inizio turno alle 8.45 e dalle 15 alle 18; a Torino dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15; a Napoli dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20; a Firenze dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15; a Bologna da inizio turno alle 8.30 e dalle 16.30 alle 19.30.A Napoli, sono aumentati i lavoratori in sciopero, e stando a quanto emerso, in un primo momento, secondo l’azienda del trasporto pubblico locale, circa il 22% dei 300 autisti di bus e di tram aveva aderito alla mobilitazione.  Notevole anche la partecipazione allo sciopero dei lavoratori del trasporto aereo: diversi i voli cancellati o in ritardo in quasi tutti gli aeroporti italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.