Sciopero nazionale dei trasporti pubblici, della scuola e settore sanitario: tante le manifestazioni in Italia

0

sciopero-nazionale-dei-trasporti-pubblici-della-scuola-e-settore-sanitario-tante-le-manifestazioni-in-italiaTantissimi saranno i disagi ai quali i cittadini italiani dovranno andare incontro nella giornata di oggi, a causa dello sciopero generale che coinvolgerà tutte le categorie pubbliche e private. Si tratta di uno sciopero proclamato da USB, Unicobas e USI, a cui hanno aderito anche SI Cobas, l’Adl e CUB Trasporti Lazio. Anche i sindacati della scuola aderiscono allo sciopero generale di oggi, e nello specifico si parla del sindacato Unicobas/scuola, USI, USB e Sindacato indipendente scuola e ambiente. In molte città italiane,e soprattutto le principali come Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Firenze, si terranno diversi cortei, ai quali parteciperanno docenti, personale di supporto; le lezioni dovrebbero comunque svolgersi regolarmente a meno che il professore non decisa di unirsi alla protesta. I sindacati fanno sapere che lo sciopero è stato indetto per la difesa dei diritti del lavro e dello Stato sociale, per difendere ed applicare la Costituzione del 1948, per dire basta al governo Renzi. Ma vediamo nello specifico i settori coinvolti nello sciopero e le conseguenti limitazioni: la pubblica amministrazione e dunque le agenzie fiscali, locali, ministero, scuola, università,sciopereranno per l’intera giornata, stessa cosa per i dipendenti del settore sanitario che sciopereranno da inizio turno del 21 ottobre a fine orario del turno serale dello stesso giorno.

Riguardo il settore privato, è calcolato l’intero orario di servizio, ma i turnisti delle centrali di produzione elettrica e idroelettrica sciopereranno seguendo il calendario prestabilito secondo la legge 146/90. Tanti i disagi nel settore dei trasporti, dove i dipendenti tenderanno a scioperare per l’intera giornata; nello specifico il personale navigante ed operativo da mezzanotte alle ore 23.59 di oggi con il rispetto delle fasce e dei voli garantiti, per il settore ferrovie, il personale addetto alla circolazione sciopererà dalle ore 09.01 alle ore 17.Per quanto riguarda le manifestazioni, nella capitale, nella mattinata si terrà un presidio scuola presso il Ministero dell’Istruzione in viale Trastevere ed un presidio del trasporto aereo all’aeroporto di Fiumicino, T3, partenze alle ore 10; a Milnao, invece, si terrà un corteo a Piazza Cairoli, stessa cosa a Torino dove partirà un corteo da Piazza Solferino.

A Genova Manifestazione davanti alla Prefettura, largo Lanfranconi alle10.00;. A Bologna manifestazione con concentramento in Piazza dell’Unità alle 10.30, a Vicenza presidio davanti all’IPS e davanti all’Ospedale alle 10.00. A Firenze corteo con concentramento in piazza Beccaria alle 9.30, a Napoli presidio all’Interporto di Nola dalle ore 5.00 e Presidio dei lavoratori ex LSU in piazza Municipio – dalle ore 11.00.Lo sciopero è indetto per l’occupazione, il lavoro e lo stato sociale, contro le politiche economiche del governo; per la difesa e attuazione della Costituzione ed il No al referendum, per le scuole e le sanità pubblica ed il diritto all’abitare, contro l’attuale sistema previdenziale e la controriforma Fornero, la riforma Madia, l’abolizione dell’articolo 18.

Rispondi o Commenta