Sciopero nazionale del trasporto pubblico e settore sanitario per venerdì 21: orari e servizi garantiti

sciopero-nazionale-del-trasporto-pubblico-e-settore-sanitario-per-venerdi-21-orari-e-servizi-garantiti

Indetto per venerdì 21 ottobre uno sciopero generale nazionale dapprima promosso dal sindacato USB, a cui poi via via si sono associati anche l’USI ed il sindacato della scuola Unicobas. Lo sciopero sarà venerdì 21 ottobre e durerà tutto il giorno e riguarderà soprattutto tutti i lavoratori, sia del settore privato e dunque tutti gli addetti ai trasporti ferroviari, aerei e marittimi, che del pubblico, come i dipendenti di scuola, sanità e pubblica amministrazione. A rischio prima di tutto il trasporto pubblico locale, con la possibile paralisi di bus, tram, metro e ferrovie urbane, nel rispetto delle consuete fasce di garanzia, da inizio turno fino alle ore 8.00 e poi dalle ore 17.00 fino alle ore 20.00. Le motivazioni dello sciopero sono molteplici e vanno dalle proteste contro le politiche economiche del governo Renzi e contro il sistema previdenziale regolato dalla Legge Fornero, alla contrarierà alla riforma della Costituzione, e alla Buona scuola.

Sono esclusi dallo sciopero ovviamente i servizi essenziali e quelli di emergenza,mentre per gli altri settori, e nello specifico riguardo quello dei trasporti, le modalità saranno differenti, ovvero i lavoratori del trasporto aereo sciopereranno per oltre 24 ore, ma saranno anche assicurati i voli nelle fasce di garanzia dalle ore 8 alle ore 10 e dalle ore 18 alle ore 21, ed ancora i lavoratori del trasporto aereo sciopereranno per 24 ore, ma saranno assicurati i voli nelle fasce di garanzia dalle ore 7 alle ore 10 e dalle ore 18 alle 21. Per quanto riguarda i dipendenti delle società di trasporto marittimo, questi sciopereranno a partire da un’ora delle partenze di venerdì 21 ottobre. Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, i sindacati hanno fatto sapere che il personale sciopererà per 24 ore, mentre gli addetti alla circolazione dei treni sciopereranno dalle ore 9 alle ore 17.Trenitalia, al momento, non sembra aver dato alcuna disposizione.

Come già anticipato, saranno comunque garantiti i servizi di assistenza sanitaria d’urgenza, ovvero l’attività chirurgica solo d’urgenza, le prestazioni di terapia intensiva,i servizi di trasporto del 118, le unità coronarie, il Pronto Soccorso e tutto ciò che è legato alle urgenze, così come tutti i servizi di assistenza sanitaria d’urgenza ordinaria solo per i pazienti ricoverati; non sarà invece garantita tutta l’attività programmata, ovvero tutte le attività specialistiche ambulatoriali prenotate tramite il Cup o dai reparti. A Genova si preannuncia il rischio di un venerdì nero, soprattutto per quanto riguarda i trasporti, visto che l’obiettivo dei sindacati è quello di fermare il paese. Stessa cosa a Roma, dove a maggior rischio è soprattutto il trasporto pubblico locale, con la possibile paralisi di tram, metro e ferrovie urbane. In Campania ed in Calabria invece lo sciopero dei treni prevede la fascia che va dalle 9:01 alle 17:00, mentre gli autobus in particolare la società Ataf di soldi Foggia prenderà parte allo sciopero generale del 21 ottobre 2016 dalle ore 8:30 alle ore 12:30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.