Scopre qualcosa che lo lascia senza parole: 42enne scrive post su Facebook e poi compie un gesto folle

Un uomo di 42 anni di nome Roberto Schiavone, originario dell’Avellinese ma residente a Rovigo, è stato arrestato dai Carabinieri per aver compiuto un gesto davvero folle. L’uomo nello specifico, dopo aver scoperto che la figlia tredicenne aveva trascorso la notte in casa del fidanzatino sedicenne di origini romene, si è presentato a casa dei vicini con un’ascia tra le mani minacciandoli e colpendo il portone con violenti colpi.

Dopo aver compiuto tale folle gesto ecco che l’uomo è tornato a casa e ha minacciato di morte sia la moglie che la figlia ma fortunatamente alle parole non sono seguiti i fatti e davvero per un miracolo non si è compiuta la tragedia. Ciò che fa particolarmente riflettere però sono le parole che Roberto Schiavone, arrestato dalla pattuglia della Squadra Volanti della Questura, aveva scritto attraverso il proprio profilo Facebook prima di fare ciò che ha poi fatto.

“Lo so che non devo farlo ma lo devo fare. Un grazie di cuore a tutti a chi mi ha voluto bene e spero che resterò sempre nel male e nel bene nei vostri cuori. A quelle poche persone che mi hanno stato vicino fino alla fine… perdonatemi”, aveva scritto su Facebook Roberto Schiavone.

Ma ecco che gli amici non sono riusciti a cogliere la tragicità della situazione e hanno commentato scherzando su quanto affermato e rispondendo con delle ironiche battute, ignari di quelle che erano le reali intenzioni del quarantaduenne di Rovigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.