Si chiama “Siqra”: L’applicazione per smartphone contro i furti e la micro criminalità

E’ disponibile in tutte le province d’Italia ma nasce dall’idea di un cittadino Romagnolo. Si chiama “Siqra” ed è una applicazione gratuita per smartphone e tablet che ci protegge dai furti e dalla micro criminalità grazie alle segnalazioni dei cittadini e alle notifiche in tempo reale.

Si presenta come una mappa nella quale ogni utente può circoscrivere una o più aree di interesse dette “Zone di ascolto”, ad esempio la propria abitazione, la casa dei propri genitori o dei propri figli. Le prime 2 Zone di ascolto sono gratuite ed hanno un raggio massimo di 3 km. Quando viene inserita una segnalazione all’interno di una Zona l’utente viene allertato, ovunque esso si trovi, tramite una notifica immediata. Le categorie di segnalazione sono:
1) Furto in abitazione
2) Furto di beni / danneggiamenti
3) Episodio violento / rapina
4) Situazione sospetta / truffa

All’interno della segnalazione, tramite il sistema di commenti, gli utenti possono scambiarsi opinioni e  fornire informazioni utili sull’accaduto. La credibilità di ogni utente è decretata anche dal sistema di punteggio chiamato “RP”. Più l’utente è attivo nella community, maggiore è il suo punteggio. Ogni segnalazione ed ogni commento possono essere contrassegnati come inattendibili da parte degli utenti, questi avvisi verranno visionati manualmente dallo staff di Siqra che, se lo riterrà opportuno,  metterà in atto provvedimenti che vanno dalla sospensione dell’utente incriminato alla decurtazione totale o parziale dei suoi punti RP.

2 Zone di ascolto sono gratuite per tutti. Abbiamo da poche ore portato la dimensione di queste zone da 2 a 3 chilometri di raggio per venire incontro alle esigenze ad i consigli dei nostri utenti.
Tutti, prima o poi, purtroppo, siamo vittime o testimoni di un evento che riguarda la nostra sicurezza o quella altrui. Siqra  è in grado di mettere in comunicazione le parti interessate e fornire indicazioni e dettagli utili.  Una community numerosa può diventare al tempo stesso un potente mezzo di prevenzione ed un forte deterrente, nonché una preziosa fonte di informazioni alla quale le Forze dell’ordine possono attingere liberamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.