Si spacciava per Richard Gere per truffare i turisti e affittava case vacanza fantasma, denunciato

Davvero incredibile quanto accaduto nel nostro paese dove un uomo, si è finto un noto attore hollywoodiano per truffare i turisti e promettere loro case vacanze fantasma. Un uomo è stato denunciato dagli agenti della Polizia di stato in servizio presso il compartimento di polizia postale e delle comunicazioni di Roma, accusato di essere un truffatore seriale il quale per circa due anni ha ingannato diverse vittime promettendo loro in locazione delle case vacanza site in diverse località turistiche del nostro paese. L’uomo, come abbiamo anticipato si fingeva un noto attore, ovvero Richard Gere e grazie a questa identità fittizia riusciva a cambiare costantemente identità sostenendo di essere in possesso di diversi immobili che però in realtà non esistevano davvero.

L’uomo nello specifico, per convincere i clienti di essere davvero il noto attore Richard Gere, era passato anche a clonare patenti e carte d’identità sulle quali appoggiava una fotografia dell’attore, documenti che utilizzava poi per aprire conti correnti anche a nome altri o per attivare delle utenze telefoniche che poi venivano utilizzate dallo stesso per contattare gli ignari turisti.

La finzione è durata circa due anni, nel corso dei quali l’uomo avrebbe pubblicato tantissimi annunci ovviamente falsi di immobili o meglio case vacanza ed abitazioni di altro genere, chiedendo a coloro i quali abboccavano una caparra per poter bloccare l’immobile e prenderlo in affitto dunque. Tanti clienti ignari della truffa sono caduti nel tranello; ovviamente questi clienti si sono resi conto di essere stati truffati nel momento in cui versata la caparra non ricevevano più notizie dell’uomo. L’operazione condotta dal Compartimento polizia postale e delle comunicazioni di Roma, in seguito a decine e decine di denunce sporte da soggetti truffati ha portato all’identificazione del truffatore seriale il quale in due anni sembra aver accumulato un bottino non indifferente, ovvero circa 100 mila euro. Una volta scoperto, l’uomo è stato fermato e denunciato per sostituzione di persona, truffa aggravata, contraffazione di documenti di identità e falso documentale; capi d’accusa non indifferenti per l’uomo che adesso è in attesa di capire cosa ne sarà della sua vita.

Inoltre, gli agenti di polizia e carabinieri che hanno effettuato dei sopralluoghi nella sua abitazione hanno scoperto una sorta di tipografia casalinga all’interno dello stabile; nello specifico è stata rinvenuta una stampante professionale, con la quale l’uomo falsificava i documenti.Purtroppo non si tratta della prima truffa relativi ai falsi affitti, giorno dopo giorno si scopre che purtroppo sono in tanti i malfattori che tentano e spesso riescono ad estorcere denaro alla gente in modo così subdolo. La polizia postale a tal riguardo consiglia di appurare sempre che non ci siano on line annunci di locazione di altre strutture abbinate alle stesse foto ed ancora di verificare che la struttura esiste, controllando l’indirizzo sulle mappe del luogo e soprattutto diffidare dei prezzi troppo bassi.

Ecco come funzionava il piano

Il piano per truffare era ben congegnato. L’impiegato pubblicava on line offerte di lavoro, e quando gli arrivavano fotocopie di documenti e curricula vitae a fronte, lui clonava le patenti e le carte d’identità incollandovi a volte la foto dell’attore, altre volte la sua ritoccata con il photoshop.

Occhio, quindi, quando mandate in giro i vostri documenti. Ecco cosa se ne faceva

Con questi documenti apriva conti correnti con i nomi delle vittime e attivava utenze telefoniche per farsi contattare dai clienti dell’agenzia online della casa vacanza. […]Secondo gli investigatori l’uomo aveva deciso di puntare sulla somiglianza con l’attore per affascinare soprattutto le clienti donne. […] Quando l’affare arrivava alle battute finali, il finto agente immobiliare chiedeva la caparra al cliente prima di incontrarsi, la vittima versava i soldi (in genere poche centinaia di euro) su uno dei conti del truffatore che spariva appena l’operazione era conclusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.