Sicilia, tragedia nel mare di Ciotta: bambino di 5 anni muore annegato, inutili i soccorsi

Sicilia, tragedia nel mare di Ciotta bambino di 5 anni muore annegato, inutili i soccorsiUna vera e propria tragedia è quella che si è verificata nella giornata di ieri a Palma di Montechiaro, comune italiano di 23,500 abitanti della provincia di Agrigento in Sicilia dove un bambino di cinque anni è annegato mentre si trovava al mare con la sua famiglia e nello specifico con mamma e papà. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni e secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine i genitori del piccolo si sarebbero distratti per alcuni minuti che alla fine si sono rivelati fatali in quanto, proprio in quei minuti il bambino si è allontanato recandosi appunto in acqua dove, poco dopo, è stato trovato riverso da un bagnante. Quest’ultimo si è reso conto dalla spiaggia, nonostante alcuni metri di distanza, della presenza in acqua del bambino e subito si è precipitato proprio in acqua nel tentativo di salvargli la vita ma purtroppo, una volta arrivato davanti al piccolo si è reso conto che ormai era troppo tardi. Ciò nonostante lo ha subito tirato fuori dall’acqua e trasportato, in braccio, alla riva, da dove immediatamente è stato lanciato l’allarme.

Sul posto della tragedia era anche presente un medico del poliambulatorio il quale, secondo le prime indiscrezioni trapelate, sarebbe subito intervenuto cercando di fare il possibile per salvare la vita del piccolo di soli cinque anni, ma purtroppo ogni tentativo alla fine si è rivelato vano. La tragedia sarebbe avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 11 aprile 2016, intorno alle ore 19,00 nella zona Ciotta, località marittima che si trova a metà strada tra Licata e Palma di Montechiaro. Allertati dai bagnanti che si trovavano sulla spiaggia sopra citata, al momento della tragedia, ecco che poco dopo sono intervenuti gli agenti del commissariato di polizia di Palma di Montechiaro, coordinati dal dirigente Angelo Cavaleri i quali hanno immediatamente avviato le indagini ed avvertito il pm di turno in procura.

Sono bastati davvero pochi attimi a far si che, un bellissimo pomeriggio di sole e d’estate da trascorrere in famiglia si trasformasse in una vera e propria tragedia a causa della quale, il cuore di un bambino di soli cinque anni, ha smesso di battere per sempre. Inoltre, proprio nel luogo in cui ha avuto luogo la tragedia, secondo alcune indiscrezioni, non sembrerebbero esservi degli stabilimenti balneari ed inoltre, non sarebbe stato ancora neppure attivato il servizio di vigilanza e salvataggio spiagge libere. Purtroppo non vi è stato nemmeno il tempo di trasportare il piccolo di soli cinque anni in ospedale in quanto, al momento del suo ritrovamento da parte del bagnante sopra citato e nonostante i tentativi del medico presente in spiaggia di salvargli la vita, il suo cuoricino ha smesso di battere ponendo fine, prematuramente, alla sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.