Smartphone sotto accusa, provoca danni meccanici al braccio ed al gomito: evitare l’uso prolungato

0

Smartphone sotto accusa, provoca danni meccanici al braccio ed al gomito: evitare l'uso prolungato

Se per caso avete dei sintomi quali dolori e formicolii e fastidio che dal gomito raggiungono le dita della mano, sappiate che sono dovuti all’utilizzo prolungato dello smartphone sul nostro corpo soprattutto quando si telefona e si sta al telefono per parecchio tempo tenendo il dispositivo all’orecchio.

E questo sostanzialmente quanto affermato da uno studio effettuato da un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con la Fondazione Policlinico universitario a gemelli Roma, secondo i quali l’utilizzo prolungato dello smartphone potrebbe mettere a rischio il nervo ulnare, tanto da provocare dolori e formicolii su tutto il braccio. I ricercatori in questione sono stati guidati dal professore Luca Padova docente di medicina fisica e riabilitazione presso l’Università Cattolica il neurologo presso il wok in Neurologia del Policlinico universitario a gemelli diretta dal professor Paolo Maria Rossini; una volta concluso lo studio è stato pubblicato sulla rivista Clinical neurophysiology è sostanzialmente mostra come lo stare al telefono a lungo può alterare la trasmissione dei segnali nervosi del nervo del braccio.

Purtroppo l’utilità del cellulare negli ultimi decenni è aumentato esponenzialmente e gli effetti sulla salute dei individui sono piuttosto evidenti; non è di certo una novità è l’uso sconsiderato del cellulare posso avere alcuni effetti collaterali indesiderati, mappa riguardo sono ancora in corso le indagini sugli effetti elettromagnetici del cellulare su strutture biologiche quali il cervello ma ancora oggi non si hanno notizie certe. Nello specifico è stato rilevato che non stare troppo al telefono ad esempio un’ora di telefonata comporta una postura del corpo specifica, e attenzionando il gomito questa risulta piegato per un tempo piuttosto lungo; questa postura causa uno stress meccanico sul nervo oculare che normalmente si trova proprio dietro al gomito e e si allaccia alle ultime due dita della mano e quando soffre provoca una sensazione di formicolio proprio in questa zona.

Lo studio è stato effettuato su un campione di 58 pazienti i quali avevano dichiarato di riportare sintomi di sofferenza del nervo ulnare anche se 56 di questi avevano anche aggiunto di non avere mai avuto alcun sintomo; i ricercatori hanno utilizzato la tecnica neurografica per rilevare la velocità di conduzione nervosa lungo il nervo ulnare nel tratto del gomito durante una simulazione di telefonata con il cellulare fino a 18 minuti di durata. Ebbene i ricercatori hanno misurato che nei pazienti con sofferenza del nervo anulare, la velocità di conduzione del segnale nervoso risultava piuttosto ridotta e questo sta a significare che il nervo inizia a soffrire soltanto dopo pochi minuti dalla chiamata soprattutto quelle più lunghe. I risultati indicano che la postura prolungata a gomito flesso durante l’uso dello smartphone andrebbe quindi evitata, utilizzando – come suggeriscono Padua e la sua squadra – un auricolare o alternando le due mani per reggere lo smartphone durante la chiamata.

Rispondi o Commenta