Starbucks approda in Italia: a Milano la prima caffetteria nei primi mesi del 2017

0

Nonostante se ne parli da parecchio tempo, la conferma è arrivata giusto nei giorni scorsi. Stiamo parlando dell’apertura di Starbucks in Italia a partire dai primi mesi del prossimo anno. Si tratta di una famosa catena americana di caffetterie, fondata lo scorso 30 marzo 1971 a Seattle da Howard Schultz; la catena americana offre caffè, dessert e prodotti di pasticceria ed ancora è uno dei luoghi di ritrovo per i giovani soprattutto studenti.

Ebbene si, a partire dal prossimo anno la famosa catena arriva in Italia, l’annuncio è arrivato da Howard D.Schultz, presidente ed amministratore delegato della catena di caffetterie.Da quanto emerso, il primo punto vendita dovrebbe sorgere a Milano, ma ancora non è stato specificato in quale zona della città.

«La storia di Starbucks è strettamente legata alla tradizione italiana del perfetto caffè espresso. Tutto quello che abbiamo realizzato si basa sulle meravigliose esperienze che molti di noi hanno vissuto in Italia e da 45 anni la nostra aspirazione è stata quella di agire da depositari rispettosi della tradizione italiana», spiega Howard Schultz. Secondo quanto dichiarato da Howard D.Schultz l’obiettivo è quello di provare con umiltà e rispetto a condividere quello fatto fino ad ora aprendo il primo store in Italia. ” Il primo Starbucks italiano verrà progettato con una scrupolosa attenzione ai dettagli e con un grande rispetto per gli Italiani e la cultura del caffè”, ha aggiunto D.Schultz. La notizia dell’arrivo di Starbucks in Italia arriva a circa quindici giorni dalla scomparsa di Renato Bialetti che fece della moka un’icona del caffè. Schultz ha dichiarato di conoscere bene Bialetti, visto che la moka viene venduta nei negozi Starbucks negli Stati Uniti.“La vendiamo nei nostri negozi negli Stati Uniti. Il caffè italiano lo abbiamo sempre portato con noi. E adesso siamo pronti a investire milioni di dollari nel vostro Paese. Vogliamo creare occupazione. Formeremo il personale che godrà di una remunerazione complessivamente superiore alla media del settore”, ha aggiunto Schultz.

 L’azienda, dunque, e pronta ad investire una grande quantità di soldi nel nostro paese; l’operazione viene eseguita in partnership con la holding che fa capo al presidente dell’Atalanta. Il Gruppo Percassi al momento offre lavoro a circa sei mila dipendenti nei settori dei centri commerciali e direzionali, della moda della cosmesi e delle calzature; il quartiere generale si trova a Bergamo ma nelle città di Milano, Parigi, Londra, Madrid, Berlino, Varsavia, Lisbona, Zurigo, Bruxelles, Grand Canyon, New York, Shangai, Hong Kong e Dubai si trovano varie strutture ed uffici che fanno capo all’azienda.Il Presidente della società americana Percassi, ovvero Antonio Percassi ha dichiarato: “Siamo consapevoli di affrontare una sfida unica portando Starbucks in Italia, il Paese del caffè per eccellenza, e confidiamo nel fatto che gli italiani siano pronti a vivere appieno questa nuova esperienza”.

Rispondi o Commenta