Stefano Rho, il professore di Bergamo verso il reintegro: licenziato per aver fatto la pipì nel cespuglio

Ha fatto molto discutere, e continua a sollevare numerose polemiche il caso relativo al professore licenziato per non aver segnalato un precedente penale che risaliva ad alcuni anni prima. Stiamo nello specifico parlando di Stefano Rho e il precedente penale a cui si fa riferimento risale a ben undici anni fa ovvero al ferragosto del 2005 quando, l’insegnante insieme ad un amico aveva trascorso la serata in un locale in cui avevano assistito ad un simpatico spettacolo di cabaret. Quando stavano per rientrare a casa, nella tarda notte, i giovani si sono accostati ad un cespuglio per fare la pipì e proprio in quel momento dalla zona passava una volante dei carabinieri i quali, dopo essersi resi conto che i due giovani stavano urinando nel cespuglio, sono intervenuti multandoli.

Stefano Rho e l’amico, l’anno successivo si sono anche dovuti presentare davanti al giudice di pace, e nonostante l’insegnante abbia pagato una multa di duecento euro la questione non si è assolutamente conclusa. L’insegnante quarantatreenne infatti, dopo un lungo periodo di precariato era finalmente passato di ruolo dichiarando di avere la fedina penale pulita e dunque nessun precedente penale dato che la multa era stata pagata e non si era più parlato del fatto.

La dirigente scolastica dell’istituto di Bergamo in cui l’uomo insegnava ha però scoperto il precedente e chiesto spiegazioni all’insegnante e successivamente la Corte dei Conti ha ordinato do procedere al licenziamento. Il caso ha suscitato parecchia indignazione sul web e tra gli alunni di Stefano Rho i quali, in tutto questo tempo non hanno mai smesso di sostenere il loro professore nella speranza che potesse presto tornare a scuola. Adesso però, forse, la svolta è vicina e si procede presso una conciliazione per il reintegro e dunque verso un accordo tra le parti in quanto l’Avvocatura di Stato, tramite il Miur, ha previsto una conciliazione. Proprio nella giornata di ieri, Stefano Rho è comparso in tribunale, nella città di Bergamo e la prossima udienza è fissata per il prossimo 25 marzo.

All’uscita dal tribunale sono state veramente poche le parole espresse dal professore, il quale non ha perso l’occasione per ringraziare i suoi alunni che gli hanno dato la forza per lottare e andare avanti. Stefano Rho ha nello specifico affermato “Spero di esser reintegrato, mi aspetto che vinca il buonsenso. Ci hanno fatto un’offerta di conciliazione e spero di tornare in classe prima della fine dell’anno scolastico. Mi sento preda di un meccanismo, che ha trasformato un aspetto formale in qualcosa di sostanziale, andando veramente fuori misura. Grande sostegno dai ragazzi, mi è stato molto d’aiuto. Le istituzioni? Non si è fatto vivo nessuno, direttamente e indirettamente”. Gli alunni del professore Stefano Rho hanno anche scritto una lettera a Sergio Mattarella chiedendo di non deluderli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.