Streaming gratis Juventus – Sassuolo diretta Live Tv

JUVENTUS – SASSUOLO STREAMING GRATIS SU ROJADIRECTA Come vedere la partita in diretta TV, Juventus – Sassuolo  basta cercare su Google la parola chiave Streaming Gratis ci saranno molti siti che vi spiegheranno come seguire la Diretta Live Tv, anche Smartphone e Tablet. Lo Streaming Gratis si può vedere con molte piattaforme, sia Android che iOS.A questo punto se volete seguire il match non vi rimane che vedere Juventus – Sassuolo in streaming live, magari affidandovi ad uno dei siti internet specializzati per questi eventi. Ad esempio potete recarvi su Rojadirecta o su LiveTV, dove troverete circa mezz’ora prima dell’orario di inizio della gara una pagina apposita con i link per seguire la gara.«Il risultato dipende da ciò che mettiamo in campo Miglioriamo in continuazione e pensiamo positivo Facciamo noi la partita: ai miei chiedo… l’impossibile»

Allegri non si fida del Sassuolo e si è preso anche l’ultima nottata per sciogliere i pochi dubbi in vista dell’anticipo di questa sera. I dubbi sono strettamente collegati all’avvicinarsi del big match di mercoledì all’Allianz Arena contro il Bayern Monaco. Il “Conte Max” vuole evitare rischi di cattive sorprese, anche peggiori della stanchezza in vista della Champions. Senza contare che, a dieci giornate dalla fine, la Juventus non può permettersi passi falsi allo Stadium per mantenere il più 3 sul Napoli e portare a termine la missione scudetto. Così, a meno di cambi di programma in extremis, l’idea del tecnico è quella di affidarsi ai titolari. Durante le ultime prove tattiche ha insistito maggiormente sul 4-4-2 simile a quello già visto contro Napoli e Bayern.

Un assetto con Paulo Dybala e Mario Mandzukic terminali d’attacco. L’ex Simone Zaza è più facile che trovi spazio a partita in corso, dal primo minuto toccherà all’argentino e al “bazooka” croato. Per Dybala e Manduzukic sarà una sorta di rodaggio Champions. L’ex Atletico Madrid non ha ancora segnato nel 2016 e stasera, contro un Sassuolo incerottato, spera di sbloccarsi.

A centrocampo si va verso il quartetto Cuadrado, Khedira, Marchisio e Pogba. Sul tedesco si deciderà soltanto in mattinata: più che Sturaro, di nuovo tra i convocati ma non ancora al top dopo il problema all’alluce, in preallarme c’è Lemina. Il franco-gabonese scalpita: contro l’Atalanta ha realizzato un gran gol e lui in Europa non può giocare, oltretutto ha una gran voglia di battere il Sassuolo, che all’andata ha segnato il punto più basso suo e della Juve.

Davanti a Buffon probabile linea a quattro: Bonucci e Barzagli coppia centrale; Lichtsteiner e Alex Sandro sulle fasce. Il brasiliano sembra favorito nel ballottaggio con Evra.

Novantaquattro minuti per entrare un’altra volta nella storia: Gigi Buffon sta per avvicinarsi al record di imbattibilità in serie A detenuto da Sebastiano Rossi, che ha collezionato 929’ nel Milan, stagione 1993-94. Il portiere bianconero è a quota 836’, non gli basteranno i 90 minuti (non contano i recuperi) di stasera contro il Sassuolo, ma avrà comunque la possibilità di superare Dino Zoff (903’) e salire al secondo posto del podio.

La partita contro i neroverdi riserva quindi una sfida nella sfida: non soltanto la voglia di vendetta per riscattare l’ultimo ko in campionato, ma pure il primato personale che il portiere insegue. lSuperGigi dovrà chiudere la porta al Sassuolo e poi, domenica 20 marzo, passare indenne almeno i primi 4 minuti del derby in casa del Torino. L’ultima rete subita da Buffon risale al 10 gennaio quando Cassano segnò l’inutile gol dell’1-2 a Marassi. Il primato galvanizza anche gli scommettitori: la Juve a porta inviolata contro il Sassuolo si gioca a 1,55, i tre punti senza subire reti fanno salire la quota a 1,81.

Antonio Conte usava soprattutto il bastone con Paul Pogba, che lo considerava persino più duro di Alex Ferguson, suo allenatore al Manchester United, per come era serio e per quanta concentrazione pretendeva durante gli allenamenti. Non ammetteva neppure errori comportamentali, l’attuale ct dell’Italia, a maggior ragione se a commetterli erano i giovani, tanto che non convocò il francese per una trasferta a Pescara perché Paul arrivò in ritardo a due allenamenti.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.