Stress ed impegni fanno molto bene alla salute ma fortificano il cervello e la memoria

Stress ed impegni non fanno male alla salute ma fortificano il cervello e la memoria

E chi lo ha detto che lo stress fa male alla salute? Stando a quanto emerso da alcuni studi sembra che a fare del male al cervello nello specifico sia più che altro la mancanza di tempo libero e la frenesia quotidiana, significa che chi è stressato è in grado di ragionare in modo migliore e soprattutto ha più memoria rispetto a coloro i quali vivono una vita rilassata e priva di impegni. E’ questo quanto sostenuto da un team di ricercatori dell’Università del Texas secondo cui la mancanza di tempo libero e dunque lo stress fanno bene al cervello.

Essere continuamente impegnati aiuta il cervello a stare bene ed imparare nuove cose molto più rapidamente di chi vive una vita sedentaria e di riposo. Lo studio è stato condotto in Texas ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Aging Neuroscience. I ricercatori hanno basato la ricerca su un gruppo composto da 330 persone in perfetta salute, di età compresa tra i 50 ed gli 89 anni, gli stessi sarebbero stati sottoposti a test fisici e mentali e sarebbero inoltre stati interrogati sull’andamento delle loro giornate tipo.

I risultati sono stati davvero interessanti, visto che non conta essere ricco, povero, istruito o meno, perchè più hai una giornata stressante più il tuo cervello ne trae un beneficio non indifferente. Denise Park, direttrice del Center for Vital Longevity nell’Università del Texas, ha spiegato: “Chi è molto stressato può avere dei problemi. È possibile che non riesca a reggere la situazione, ma i dati raccolti suggeriscono che i vantaggi sono maggiori per il cervello. Ora il gruppo di ricerca punta a svolgere ulteriori test per capire come mai i numerosi impegni hanno un effetto positivo sul cervello. La speranza è quella di trovare ricette utili per mantenere il cervello in forma anche quando si diventa anziani“. Le persone maggiormente impegnate nel corso della giornata hanno dimostrato di avere più memoria, più capacità di ragionare ed un uso della parola decisamente superiore rispetto a quelle che erano meno impegnate.

Dallo studio emerge che le persone più impegnate tendono ad avere capacità cognitive migliori, soprattutto per quanto riguarda la memoria di cose apprese di recente” spiega la ricercatrice Sarah Festini.Il cervello sotto stress, sarebbe costretto, secondo quanto riferito dai ricercatori ad imparare nuove cose e dunque ad essere in continuo allenamento. Purtroppo, anche se dallo studio è emerso che lo stress non fa male al cervello, questo quando diventa troppo può diventare molto pericoloso soprattutto se diventa costante ed eccessivo e può condurre a problematiche di salute anche più gravi.“Lo stress può danneggiare il cervello. Gli ormoni ad esso connessi possono influenzare il modo in cui i nervi trasmettono le informazioni e mandare i circuiti in un pericoloso feedback loop che ci rende vulnerabili all’ansia, alla depressione, ai disordini post-traumatici”, ha dichiarato lo studioso Geoffy Lohan, che solo recentemente ha commentato i risultati della ricerca.

Studi precedenti avevano sostenuto la necessità di compiere attività complicate e prove di intelligenza per mantenere allenato il cervello. Secondo questa ricerca basta avere tanti impegni in agenda per raggiungere l’obiettivo. E’ probabile che chi è molto occupato, impara molte cose in velocità. Inoltre affronta molte situazioni e incontra molte persone.

Che dire però dello stress di chi affronta continuamente tante prove? “Chi è molto stressato può avere dei problemi. E’ possibile che non riesca a reggere la situazione – spiega Denise Park, direttrice del centro di ricerca del Center for Vital Longevity del’Università del Texas – , ma i dati raccolti suggeriscono che i vantaggi sono maggiori per il cervello”. “Ora

il gruppo di ricerca – conclude Park – punta a svolgere ulteriori test per capire come mai i numerosi impegni hanno un effetto positivo sul cervello. La speranza è trovare ricette utili per mantenere il cervello in forma anche quando si diventa anziani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.