Studenti in gita scolastica, cenano in un albergo di Jesolo e finiscono intossicati in ospedale

0

E’davvero finita male una gita per un gruppo di studenti del liceo Capece di Maglie, in provincia di Lecce che si è trovava a Jesolo tra sabato e domenica. Ebbene i giovani, circa una decina sono stati visitati nei pronto soccorso di Jesolo e San Donò, rispettivamente 3 nella località e 7 nella città di Piave.

Il motivo? I 10 studenti avrebbero cominciato a sentirsi poco bene, in seguito alla cena effettuata in un albergo di Jesolo e dopo aver pernottato in città. I sintomi erano quelli di un’intossicazione alimentare, ovvero vomito e diarrea.A tal riguardo gli accompagnatori dei ragazzi, hanno preferito allertare gli operatori del 118 concordando così un intervento che sarebbe dovuto avvenire all’altezza dell’area di servizio autostradale di Calstorta nel territorio di Cessalto, visto che i giovani si trovavano sul pullman insieme ad altre 160 persone circa, tra compagni ed accompagnatori.

Sul posto concordato sono intervenute ben quattro ambulanze del Suem 118 ed i sanitari si sono presi cura dei ragazzi, una decina,i quali sono stati accompagnati al pronto soccorso e visitati dai medici. Accertato che si trattava di intossicazione alimentare, i medici hanno allertato gli accompagnatori dei ragazzi, consigliando loro di fermarsi in una farmacia aperta e soprattutto vicina per comprare farmaci in massa e cercare così di prevenire le conseguenze di una cena che purtroppo i ragazzi non dimenticheranno molto presto. Tra l’altro i giovani erano solo di passaggio da Jesolo visto che la scolaresca era diretta a Praga e Jesolo doveva soltanto essere una tappa del viaggio.“Non potendo escludere l’insorgere dei sintomi in altri ragazzi, i sanitari del Suem hanno fatto avvicinare i tre pullman agli ospedali di Jesolo, San Donà e Portogruaro, dove è stata rafforzata preventivamente la presenza di personale medico e infermieristico di pronto soccorso”, ha fatto sapere la Regione.

Nel gruppo si sono anche verificati altri malori di entità però più lievi che però hanno fatto salire la preoccupazione e di conseguenza anche il numero di possibili intossicati. “Una situazione di emergenza affrontata con grande professionalità da tutto il personale. Non appena è scattata l’emergenza i nostri primari e il capo dipartimento dell’area critica si sono subito attivati per coordinare la situazione. Fortunatamente, sino a questo momento, non c’è alcuna situazione di gravità. Studenti, autisti e accompagnatori sono in costante contatto con le nostre strutture e verranno assistiti se necessario. Nessuna necessità di ricoveri”, dichiara il direttore generale, Carlo Bramezza.Nel frattempo continuano gli accertamenti per stabilire l’effettiva causa dell’intossicazione che ha causato diversi malori tra i giovani, alcuni di questi piuttosto gravi, altri più lievi. Il direttore generale insieme al sindaco di Jesolo si sono attivati per cercare un albergo che potesse ospitare il gruppo nella notte.

Rispondi o Commenta