Succhi di frutta per i bambini sotto accusa, troppo zucchero: i ricercatori lanciano l’allarme

1

Attenzione ai succhi di frutta perchè fanno male tanto quanto le bevande analcoliche gassate perchè ricchi di zucchero. E’ questo quanto emerso da uno studio pubblicato proprio nei giorni scorsi sulla BMJ Open che ha dimostrato come i succhi di frutta destinati ai bambini anche molto piccoli contengono una grande quantità di zucchero che di certo non fa bene al nostro organismo.

I succhi di frutta da quanto emerso dallo studio conterrebbero ben cinque cucchiaini per 150 ml di prodotto che corrispondono al limite giornaliero raccomandato per quella fascia di età. Spesso i genitori pensano che far bene un succo di frutto al figlio sia salutare, soprattutto a coloro i quali non amano mangiare la frutta, ignari che se da una parte ingeriscono qualche sostanza contenuta nella frutta si dall’altra ingeriscono una grande quantità di zucchero.

Lo studio in questione è stato effettuato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Liverpool e pubblicato poi sulla rivista BMJ Open: ”Succhi di frutta e frullati sono solitamente considerate bevande sane, lasciando in secondo piano il loro contenuto di zuccheri. Questo studio, mostra che l’alto livello di zuccheri contenuto all’interno di questi prodotti è riconducibile ai livelli presenti all’interno di una coca-cola. Il contenuto poi, all’interno dei frullati è ancora più alto, quasi tre cubetti di zucchero per 300 ml di bevanda”, ha dichiarato il Dottor Gunter Kuhnle, ovvero lo scienziato dell’alimentazione alla University of Reading.

I ricercatori nello specifico hanno analizzato ben 158 tipi di succhi di frutta ed hanno rilevato che alcuni di questi possono arrivare a contenere quantità di zuccheri pari alla dose massima giornaliera raccomandata per i bambini, ovvero 19 grammi che corrisponde a 5 cucchiaini.I succhi di frutta incriminati contengono al proprio interno circa 5,6 grammi di zucchero per 100 ml di prodotto e dunque in una confezione da 200 ml ce ne sono circa 11,2 grammi.

Lo zucchero poi aumenta a 10,7 grammi per 100 ml in quei succhi di frutta 100% frutta, ovvero ananas, arancia, frutti di bosco. arrivando a quota 21,4 grammi a confezione circa 19 grammi in più a quello consentito. “In teoria la frutta dovrebbe essere consumata in tutte le sue forme e non solo come succo di frutta. I genitori dovrebbero diluire i succhi di frutta con l’acqua, optare per dei succhi di frutta meno zuccherati e darli ai bambini soltanto durante i pasti. Le porzioni dovrebbero essere limitate a 150 ml al giorno“, ha dichiarato uno degli autori della ricerca. La soluzione potrebbe essere quella di obbligare le aziende, dunque a produrre i succhi di frutta utilizzando meno zucchero.“Per cercare di contrastare i sempre più elevati problemi di obesità infantile, i fabbricanti dovrebbero smetterla di aggiungere zucchero non necessario e calorie ai loro succhi di frutta. E’ essenziale a questo punto, che il Governo introduca una legge per regolare la quantità di zucchero contenuto anche in questi prodotti”, spiegano i ricercatori.

1 COMMENT

Rispondi o Commenta