I sudditi contro il Principe William: “Pensa solo alla famiglia”

0

Nelle fiabe i principi azzurri paiono avere un unico irrevocabile impegno: baciare la bella dormiente per portarla nel loro bel castello e sposarla tra il plauso dei sudditi. Poi, per i due è tutto un vivere felici e contenti. Nella vita reale è un po’ diverso. Ne sanno qualcosa il principe William, nipote prediletto della regina Elisabetta, e la sua incantevole moglie Kate. Coccolata dai media di tutto il mondo che per anni ne hanno esaltato eleganza e affabilità, da qualche settimana la coppia reale si trova, per la prima volta,a subire l’attacco della stampa britannica.

Oggetto dell’accanimento sarebbe la pigrizia del principe, che ai doveri pubblici preferirebbe lo svago in famiglia. «Dall’oggi al domani, William è passato dall’essere una specie di eroe senza macchia a rivestire i panni di una sorta di inetto, che non si assume le proprie responsabilità e trascorre troppo tempo con la moglie e i figli», ha rilevato la biografa reale Penny Junor sul Daily Telegraph. Persino il Sun, tradizionalmente sostenitore della monarchia d’oltre Manica, è andato giù pesante, accusando il principe elicotterista di un’ingiustificabile indolenza, comprovata dal fatto che nel corso del 2015 la quasi novantenne regina Elisabetta e l’ancor più datato consorte avrebbero presenziato a centinaia di impegni ufficiali più di lui.

E sì che la nonna aveva puntato proprio su William per ridare lustro a una monarchia che, dall’annus horribilis di regale memoria (precisamente il 1992, in cui Carlo si separò da Diana e l’amato castello di Windsor andò a fuoco, ndr), non si è mai davvero ripresa. Delusa dalla supposta scarsa propensione ai doveri pubblici di William, la regina starebbe rivalutando il nipote Harry – adorato dal nonno Filippo – che ultimamente ha incaricato di diversi viaggi di rappresentanza in virtù delle sue doti di comunicazione e simpatia.

Così, mentre l’ex discolo di Buckingham Palace stava per partire per il Nepal in visita alle autorità locali, Will e Kate se la spassavano con i bambini in un’esclusiva località sciistica delle Alpi francesi. Apriti cielo! Il Sun ha sbattuto in prima pagina le foto della coppia con i bambini in rifugio, ironizzando sul principe sommerso da una valanga di neve anziché di lavoro. Lo stesso giorno, il Daily Mail titolava impietosamente: “William, principe part time!”. «Questa pioggia di critiche non è destinata a durare», ha replicato il biografo reale Robert Lacey, «in ogni caso è molto probabile che sia stata la stessa regina a esortare il principe a mettere moglie e figli in
cima alla lista delle sue priorità», lasciando intendere che il gesto di Elisabetta servisse a compensare in qualche modo le proprie inadempienze di moglie e madre dopo che, a 25 anni, divenne sovrana.

Qualcuno ha ventilato anche l’ipotesi che William, che lavora come pilota di eliambulanze, non possa partecipare a un maggior numero di eventi ufficiali nei suoi giorni liberi a causa delle lungaggini burocratiche imposte dai regolamenti europei, tesi già smentita dall’aviazione civile. Ma non basta. William è stato attaccato dal Guardian dopo che in Tv si era detto parzialmente a favore del commercio dei trofei di caccia. In quella occasione il principe ha replicato che certe critiche «fanno parte del gioco». «Per godere di grande popolarità, un membro della famiglia reale dev’essere o molto giovane o molto vecchio. Quando sta nel mezzo e comincia a perdere i capelli, deve lavorare sodo, e dimostrare di farlo», ha commentato Lacey. CONTINUA  A  LEGGERE

Rispondi o Commenta