Taranto, rapina ad un ristorante finita in sparatoria: 2 gambizzati, 1 rapinatore arrestato

Taranto, rapina ad un ristorante finita in sparatoria 2 gambizzati, 1 rapinatore arrestato

Nella notte tra domenica e lunedì è avvenuta una sparatoria a Taranto e nello specifico in un ristorante a Marina di Leporano, in provincia di Taranto sulla litoranea ionico-salentina. Purtroppo in questa sparatoria due persone sarebbero rimaste ferite,ovvero il titolare del locale ed un clienti che hanno riportato delle ferite giudicate guaribili per fortuna in un mese. Si è trattato di una rapina, effettuata per mano di tre uomini, i quali sarebbero entrati in azione all’orario di chiusura, armati di pistole; i tre rapinatori avrebbero fatto irruzione nel ristorante minacciando i presenti al solo scopo di farsi consegnare tutto l’incasso.

Da quanto sembra, uno dei presenti ha tentato di reagire e proprio questa azione ha potato uno dei tre rapinatori a sparare alcuni colpi, riuscendo poi a scappare con il bottino. secondo quanto riportano i siti locali il gestore, 61enne di origine iraniana, si sarebbe opposto, reagendo ai banditi.

A rimanere feriti sono stati, dunque, come abbiamo già anticipato il gestore del locale ed un cliente colpiti entrambi alle gambe e ricoverati al Santissima Annunziata di Taranto, la prognosi è di un mese per entrambi. Una pattuglia dei carabinieri, che transitava in zona, ha notato un dipendente del locale uscito per chiedere aiuto; proprio in quel momento i tre individui ancora con il volto coperto dal passamontagna stavano uscendo dal ristorante e sono riusciti a fuggire a bordo di un’auto, una Peugeot 206 risultata poi rubata a Taranto lo scorso 3 aprile.

 Dopo alcuni chilometri i rapinatori avevano abbandonato il mezzo. Uno di loro, grazie alle condizioni di scarsa illuminazione, era riuscito a dileguarsi.Uno di loro,ovvero De Biaso è stato bloccato mentre tentava di nascondersi sotto un’altra auto ma poi è stato preso dalle forze dell’ordine ed arrestato.  De Biaso venne condotto presso gli uffici della Caserma Ugo de Carolis di viale Virgilio, mentre il veicolo, sequestrato, veniva fatto prelevare, per essere sottoposto a rilievi tecnici del caso a cura dei militari della S.I.S. del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo.Più tardi gli agenti hanno trovato l’auto utilizzata dai banditi per scappare al cui interno sarebbero stati scoperti dei passamontagna, un telefono cellulare ed un portafogli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.