Tennis, la campionessa Maria Sharapova risultata positiva al doping:”Ho fatto un grande errore”

Cattive notizie in arrivo per tutti gli appassionati del tennis, visto che nella giornata di ieri è arrivato un annuncio shock che ha davvero lasciato tutti senza parole. Maria Sharapova, la campionessa tennista 28enne, vincitrice di cinque prove del Grande Slam, è risultata positiva ad un test antidoping nel corso dell’ultimo Australian Open.

La stessa campionessa nella giornata di ieri ha confermato tutto ed ha ammesso di sapere il motivo per il quale è risultata positiva al test antidoping. “Sono stata trovata positiva a un test antidoping all’ultimo Australian Open a causa di un medicinale divenuto illegale con le nuove regole”, ha dichiarato Maria Sharapova, nel corso di una conferenza stampa a Los Angeles. La campionessa ha ovviamente dichiarato di essere pronta a prendersi tutte le responsabilità del caso e sicuramente annuncia di non volersi ritirare ma di continuare a fare il suo lavoro e per questo si augura di avere una seconda possibilità.

Sono risultata positiva al meldonium una sostanza che io assumo dal 2006 ma dal 1° gennaio è diventata proibita e io non ne ero a conoscenza”, ha aggiunto Maria Sharapova la quale non scende in campo dall’eliminazione contro Serena Williamms nei quarti di finale a Melbourne.Dunque, stando a quanto raccontato dalla campionessa, la stessa avrebbe assunto per tanto tempo ovvero dal 2006 un farmaco chiamato mildronate ovvero il meldonium, a causa di una serie di problemi di salute, e questo farmaco alcuni mesi fa sarebbe passato nella lista delle sostanze proibite. “Ho ricevuto una mail il 22 dicembre dalla Wada con i cambiamenti nella lista delle sostanze proibite ma non ho fatto clic sul collegamento“, ha aggiunto Maria la quale racconta di essere stata costretta a prendere il farmaco perchè si ammalava spesso a causa della mancanza di magnesio dovuta ad un principio di diabete ereditario. “Quello è uno dei farmaci, insieme ad altri, che mi erano stati prescritti dal mio medico personale”, aggiunge ancora la tennista russa residente da anni negli Stati Uniti.

Il meldonium è un farmaco anti-ischemico prodotto da un’azienda farmaceutica lettone che ha effetti sulla capacità di migliorare la resistenza, accelerare i tempi di recupero, attivare la risposta del sistema nervoso centrale e superare meglio lo stress.Uno scandalo, dunque, che ha travolto la Russia dell’atletica nonostante la campionessa da tempo vive a Los Angeles e dunque ormai diventata americana quasi totalmente: bisogna anche sottolineare che Maria però alle ultime Olimpiadi ha gareggiato per la Russia. Adesso la campionessa attende una squalifica che potrebbe purtroppo arrivare anche a due anni ed oltre. Come già anticipato la giovane atleta non ha nessuna intenzione di ritirarsi e spera che le venga offerta una seconda possibilità. “Spero che mi venga concessa un’altra chance”, ha dichiarato l’ex regina del tenn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.