Terrorismo, arrestato imam somalo a Campobasso: pronto a farsi saltare in aria alla Stazione Termini

0

Era pronto a farsi esplodere in aria alla stazione Termini di Roma, ma per fortuna le forze dell’ordine sono riuscite a fermarlo in tempo. Stiamo parlando di un imam somalo il quale è stato fermato a Campobasso.

«Cominciamo dalla stessa Italia, andiamo a Roma e cominciamo dalla stazione», ha dichiarato il giovane una volta bloccato dalle forze dell’ordine ieri a Campobasso, il quale si sarebbe lasciato andare ad alcune dichiarazioni che hanno davvero sconcertato le forze dell’ordine e tutti i presenti in Questura. «La guerra ancora continua Charlie Ebdo era solo il precedente di quello che sta succedendo adesso». E poi, «c’è una strada più semplice, quella di attrezzarsi e farsi saltare in aria, che è la via più semplice», sarebbero queste alcune delle frasi pronunciate dall’uomo che come abbiamo anticipato è stato fermato giusto in tempo perchè pronto a fare una strage alla Stazione Termini.

Il giovane inneggiava all’Isis, ad Al Qaeda e ad Al Shabab e lo faceva invitando anche tutti gli ospiti del Centro di accoglienza a compiere azioni violente nell’ambito della Jihad.«Abbiamo un riscontro tecnico preciso circa la possibilità che stesse organizzando un attentato a Roma», ha così dichiarato il Procuratore capo di Campobasso, Armando D’Alterio. L’uomo è stato fermato dopo due mesi di indagini eseguite dagli agenti della Digos di Campobasso, i quali hanno anche posto sotto stretto controllo il somalo, e grazie ad alcune intercettazioni ambientali sono riusciti a capire cosa l’uomo aveva in mente e dunque fermarlo. L’uomo fermato, oltre ad inneggiare all’Isis, esaltava anche le gesta dei suoi “colleghi”, autori della strage di Parigi del 13 novembre; gli agenti erano riusciti ad impiantare nell’abitazione dell’uomo una telecamera nascosta grazie alla quale hanno potuto vedere come l’uomo era solito guardare dei video nei quali erano presentate delle immagini di attentati. Il tutto è stato sequestrato e sarà fondamentale per l’esito delle indagini.

La notizia dell’arresto dell’uomo è stata accolta con grande entusiasmo dal Ministro degli Interni, Angelino Alfano il quale ha commentato in questo modo:«Il rischio zero non esiste ma l’arresto a Campobasso dimostra che il sistema di prevenzione funziona. Non dobbiamo distrarci ed il nostro grazie sincero va al lavoro svolto dalle forze dell’ordine».Ed ancora il Ministro ha aggiunto: «Il rischio zero non esiste ma l’arresto a Campobasso dimostra che il sistema di prevenzione funziona. Non dobbiamo distrarci ed il nostro grazie sincero va al lavoro svolto dalle forze dell’ordine». La notizia dell’arresto dell’uomo è stata anche commentata dal leader della Lega Matteo Salvini il quale non ha perso occasione per attaccare il Premier Matteo Renzi, accusandolo di essere complice di questi uomini, ovvero dei militanti islamici. “Se fossi al suo posto, controlli a tappeto ed espulsioni di massa. Gli italiano sono a rischio per colpa di Renzi e di Mattarella“, ha aggiunto il leader del Carroccio. 

Rispondi o Commenta