Terrorismo Isis, ancora un video di minaccia in francese e fiammingo: “Attacchi di Bruxelles, è stato solo un assaggio”

L’Isis rivendica in un nuovo video le stragi di Bruxelles. Nelle immagini presumbilmente girate in Siria appare Hicham Chaib, jihadista belga di Anversa già condannato in contumacia a quindici anni di carcere. Il filmato comincia con nuove minacce in francese, nelle quali gli attacchi del 22 marzo nella capitale belga vengono definiti “solo un assaggio”. Chaib poi si esprime in fiammingo con avvertimenti al Belgio, all’Europa e a tutta la coalizione che combatte lo Stato Islamico, prima di giustiziare un prigioniero definito “una spia dei crociati”. Chaib è un ex membro dell’organizzazione terroristica belga di reclutamento di jihadisti, ‘Sharia4Belgium’, ed ex guardia del corpo del suo fondatore, Fouad Belkacem, detenuto nel carcere di Anversa. Chaib partì poi per la Siria a combattere.

L’Isis continua a mietere terrore e dopo gli attentati di Bruxelles lo fa con un nuovo video arrivato proprio nella giornata di ieri con il quale vengono rivendicati ancora una volta gli attacchi di Bruxelles.Nel video appare Hicham Chaib, ovvero uno jihadista di Anversa, già condannato in contumacia a 15 anni di prigione il quale è tornato solo per minacciare nuove azioni per poi terminare il video con l’uccisione di un uomo inginocchiato proprio davanti a lui a colpi di pistola.

Il soggetto in questione è un membro dell’organizzazione terrorista belga di reclutamento di jihadisti da mandare in Siria Sharia4Belgium, nonchè ex guardia del corpo del suo fondatore Fouad Belkacem,detenuto nel carcere di Anversa.

Ed ancora, dalle notizie emerse nelle ultime ore,sembra che Chaib partì per la Siria a combattere; in un altro video circolato lo scorso venerdì ser invece erano apparsi altri jihadisti ovvero Lotfi Aoumeur, conosciuto come Abu Abdallah al Baljiki che aveva già minacciato tra l’altro la Francia ed il Belgio in un video del mese di febbraio 2015.

Secondo quanto emerso,il video in questione,sarebbe cominciato con delle minacce in olandese e poi in francese con le quali l’uomo rivendica gli attentati di martedì 22 marzo che ricordiamo hanno provocato la morte di oltre 30 persone ed ancora sostiene che proprio questi attentati di Bruxelles altro non sono che un assaggio di quello che accadrà prossimamente.

“Questo è un messaggio per il popolo belga, il governo belga, l’Europa, il resto del mondo e tutta la coalizione che combatte l’Isis: finché bombarderete noi musulmani con i vostri F-16, uccideremo i vostri popoli”, dice il jihadista che nel video fa riferimento al livello di allerta 4 decretato in Belgio immediatamente dopo gli attacchi. Nel video, dalla durata di circa nove minuti e 22 secondi, si vedono delle immagini di repertorio sia di Parigi che di Bruxelles e poi ancora del centro di Raqqa.“Voi venite qui a bombardarci con i vostri F-16 (caccia di fabbricazione Usa in dotazione al Belgio e ad altre forze Nato). Ci state combattendo con tutto il ferro ed il fuoco che avete a vostra disposizione. La domanda è. Qualcuno ve ne ha portato un po’ a casa vostra?. Voi, dopo un solo attacco, siete terrorizzati e temete per la vopstra vita“, dice ancora lo jihadista.

Nella seconda parte del video, Chaib, partito nei mesi scorsi per andare a combattere in Siria, si esprime in olandese e proclama: “Questo è un messaggio rivolto al popolo belga, al governo belga, all’Europa, al resto del mondo ed a tutta la coalizione che combatte contro l’Is: finché voi bombarderete i nostri musulmani con i vostri F16, noi uccideremo il vostro popolo”.

L’uomo, già membro del gruppo terroristico Sharia4Belgium e guardia del corpo del suo leader, Fouad Belkacem, denuncia come poi non sia stata imparata la lezione dagli attacchi di Parigi del 13 novembre e che gli attentati di Bruxelles “non sono che il raccolto di quello che avete seminato con le vostre mani”. Il video si conclude con le immagini di un uomo inginocchiato ucciso con due colpi d’arma da fuoco, mentre il jihadista dichiara in arabo che la lotta continuerà “nel cuore dei vostri Paesi”.CONTINUA  A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.