Terrorismo, vertice a Palazzo Chigi: il Premier Renzi “No minacce specifiche per l’Italia”

E’ allerta terrorismo in tutta Europa ed anche in Italia e proprio a tal riguardo il Ministro degli Interni Angelino Alfano già a partire dalla giornata di martedì ha alzato il livello di allerta a 2 ovvero quello immediatamente precedente all’attacco vero e proprio. Purtroppo negli attentati di Bruxelles ci sarebbe una vittima italiana ma per l’ufficialità bisognerà attendere l’esito del riconoscimento da parte dei familiari che dovrebbe avvenire nelle prossime ore.

Stando a quanto emerso dovrebbe si dovrebbe trattare di Patrizia Rizzo una funzionaria presso un’agenzia della Commissione Unione Europea dispersa dalla giornata di martedì appunto. La notizia è stata riferita dal Governo nel corso di un vertice tenutosi nella giornata di ieri a Palazzo Chigi ed al quale hanno partecipato il Ministro Angelino Alfano, Paolo Gentiloni e tutti i capogruppo di maggioranza e minoranza di Camera e Senato, ed ancora e i sottosegretari Marco Minniti e Claudio De Vincenti.

Il vertice tenutosi a Palazzo Chigi ha avuto l’obiettivo di fare il punto sui temi relativi alla sicurezza nazionale e lotta al terrorismo. Anche il Premier Renzi dopo gli attentati di Bruxelles ha tenuto a commentare quanto accaduto e soprattutto ha voluto rassicurare in qualche modo gli italiani. «Abbiamo, come tutti i partner, messo in campo tutte le misure di sicurezza necessarie, anche se non risulta ad ora una minaccia specifica in Italia», ha dichiarato il Premier Renzi, parole con le quali il Premier ha aperto l’incontro con i capogruppo di maggioranza e opposizione. “Occorre stringere sui meccanismi di intelligence tra i Paesi europei e non solo, valorizzare Europol, lavorare su una struttura condivisa.Dopo gli attacchi a Parigi, l’Isis è tornato a colpire e ad uccidere cittadini comuni nei luoghi della vita quotidiana – aeroporto, metropolitana. E questa volta è toccato a Bruxelles, cuore dell’Europa e simbolo delle istituzioni europee. Un attacco del terrore al quale l’Europa deve rispondere “andando fino in fondo” con un “patto europeo” che metta in comune sicurezza ed intelligence”, ha aggiunto il Premier Matteo Renzi.

“Non è il tempo degli sciacalli ma neanche quello delle colombe“, aveva dichiarato il Premier Matteo Renzi martedì subito dopo gli attentati di Bruxelles.Il Premier in seguito alle esplosioni di martedì ha immediatamente chiamato il Premier belga Charles Michel per esprimere il suo cordoglio e la sua solidarietà. L’Italia ha così dimostrato la sua vicinanza al popolo belga, al Belgio ed all’Europa nell’affrontare una guerra che durerà mesi e forse anche anni e per questo motivo c’è bisogno d una struttura di sicurezza unitaria.«Continuo a pensare che sia fondamentale l’aspetto educativo per sconfiggere le minacce nate e cresciute in Europa», ha aggiunto ancora il Premier Matteo Renzi nel corso del vertice tenutosi ieri a Palazzo Chigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.