Torino, 40enne si cosparge il corpo di benzina e minaccia di darsi fuoco: troppi debiti e nessun lavoro

Torino, 40enne si cosparge il corpo di benzina e minaccia di darsi fuoco troppi debiti e nessun lavoroSono davvero molte le persone che giorno dopo giorno perdono il lavoro, persone che non riescono in alcun modo ad affrontare la quotidianità e a vivere dignitosamente, persone che il più delle volte non riescono nemmeno a garantire alla propria famiglia o ai propri figli giusto l’indispensabile per poter vivere in maniera dignitosa.

Vi sono persone che riescono ad essere forti e a reagire positivamente ma al contrario, purtroppo, vi sono persone deboli, persone che si lasciano sopraffare dalla rabbia e dalla disperazione e arrivano al punto di pensare al suicidio. Proprio nella giornata di ieri, lunedì 4 luglio 2016, momenti di forte tensione sono stati quelli vissuti da tutti coloro i quali si trovavano nello specifico nella via Fossata 102 nella città di Torino dove un uomo di 40 anni è salito su un tetto del parcheggio della stazione ferroviaria Rebaudengo a sei metri di altezza e si è cosparso il corpo di benzina minacciando di togliersi la vita dandosi fuoco.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme e sul posto, ovvero come precedentemente anticipato nella via Fossata numero 102, sono subito arrivati i soccorsi ovvero i vigili del fuoco e i carabinieri che hanno davvero fatto il possibile per convincere l’uomo a scendere dal tetto in cui si trovava e a non commettere alcun folle gesto. E proprio i carabinieri e i vigili del fuoco sono stati per due ore sul posto a tentare in tutti i modi di convincere l’uomo a scendere ma quest’ultimo non sembrava desistere in alcun modo dall’idea di togliersi la vita. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso, sembrerebbe che il 40enne abbia perso il lavoro da alcuni mesi e che quindi sia ormai disoccupato da diverso tempo, motivo per il quale avrebbe accumulato dei debiti che adesso non sa come pagare e poi ancora avrebbe raccontato alle forze dell’ordine di avere dei problemi in famiglia. Erano circa le 9.00 di ieri quando il 40enne con una bottiglietta piena di liquido che si è successivamente gettato addosso, è salito sul tetto del parcheggio della stazione ferroviaria, seminando il panico tra i presenti. Alcuni conoscenti che hanno assistito alle operazioni di soccorso hanno commentato la vicenda affermando “Solo lui sa perchè ha deciso di fare una cosa simile”.

I soccorritori sono riusciti a raggiungerlo utilizzando l’autoscala e solamente dopo due ore di parlare con lui e ascoltare tutti i suoi problemi sono riusciti a farlo scendere dal tetto e, una volta a terra, il 40enne è stato affidato immediatamente alle cure del 118. Insomma, sono stati momenti di forte tensione per tutti coloro i quali si trovavano sul posto e hanno quindi assistito alla scena ma ciò che è importante è che alla fine l’uomo abbia deciso di scendere e di abbandonare quindi l’idea di togliersi la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.