Torino ospedale delle Molinette, trapianto record: donna si salva grazie al fegato di un’anziana donna di 94 anni

Un brillante ed eccezionale intervento di trapianto di fegato è stato effettuato presso l’ospedale delle Molinette di Torino, dove ad una donna di 61 anni è stato trapiantato il fegato di un’anziana donna di 94 anni morta lo scorso mercoledì sera a causa di un’emorragia celebrale.

Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che la donna, da tempo, abbia espresso la volontà di volere donare i suoi organi al momento della sua morte ed ecco che proprio in seguito alla sua scomparsa i nipoti dell’anziana donna hanno preso una decisione molto saggia e generosa ovvero quello di consentire la donazione degli organi nella speranza di poter salvare altre vite in pericolo, seguendo così quello che era il desiderio della novantaquattrenne ed infatti a tal proposito il nipote ha nello specifico affermato “Lei lo avrebbe senz’altro voluto”. La donatrice era una professoressa di Domodossola, comune italiano di 18,247 abitanti della provincia del Verbano-Cusio-Ossola, di nome Virginia Bartoli in Maulini, insegnante di lettere e scrittrice di saggi di storia, nata nel lontano 1922.

Il fegato dell’anziana donna è stato analizzato proprio per capire se fosse ancora funzionante ed in buona salute e proprio in seguito a tutta una serie di analisi è risultato essere sano ed idoneo e così proprio l’organo in questione è stato espiantato presso l’ospedale San Biagio di Domodossola e successivamente trasportato presso l’ospedale delle Molinette di Torino dove ad attenderlo vi era la paziente sessantunenne della provincia di Napoli che da tempo si trovava in lista di attesa.

L’intervento è perfettamente risucito e la paziente sulla quale è stato effettuato il delicatissimo intervento si trova adesso ricoverata in terapia intensiva. E proprio dall’ospedale in cui è stato effettuato il trapianto fanno sapere “L’intervento è tecnicamente riuscito e la paziente al momento si trova nel reparto di terapia intensiva”. Pasquale Toscano, coordinatore ospedaliero dei prelievi dell’Asl Vco ha invece dichiarato “Il fegato è uno dei pochi organi che, a un’età così avanzata, può essere utilizzato per il trapianto”.

Il trapianto di fegato è stato effettuato nella notte tra mercoledì e giovedì e ha impegnato l’intera equipe del professor Salizzoni ma la cosa assolutamente importante è che tale intervento sia perfettamente riuscito e così l‘organo di un’anziana donna è servito a salvare la vita di un’altra donna che però, davanti a se, ha ancora molti anni da vivere. Salizzoni ha dichiarato “Moltissimi fegati prelevati da persone anziane funzionano perfettamente 15 anni dopo l’intervento”. Quello relativo alla donazione degli organi può essere considerato ancora oggi un tema piuttosto scottante e abbastanza dibattuto sul quale, molto spesso, l’opinione pubblica tende a dividersi ma casi come quello sopra citato ci fanno ben capire come, un gesto così generoso e nobile può essere determinante per la vita di altre persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.