Tragedia a Milano, 14enne insieme agli amici da fuoco ai cestini dei rifiuti: rimane gravemente ustionato

0

Tragedia a Milano, 14enne insieme agli amici da fuoco ai cestini dei rifiuti rimane gravemente ustionatoDoveva essere una normalissima mattina da trascorrere in compagnia degli amici, quella di ieri giovedì 30 giugno 2016, ed invece si è trasformato in un vero incubo per un ragazzino di soli 14 anni finito in ospedale a causa di un ‘gioco’ finito male, quasi in tragedia.

Il quattordicenne infatti, intorno alle ore 12,00 di ieri si trovava insieme a degli amici nella via Valesia, zona Baggio, nella città di Milano quando all’improvviso hanno deciso, forse per gioco, di dare fuoco a dei cassonetti dell’immondizia non pensando assolutamente che questo potesse provocare quello che è poi successivamente accaduto, mettendo in serio pericolo la loro vita. Il quattordicenne sopra citato infatti, proprio mentre insieme ai suoi amici stava dando fuoco a dei cestini dei rifiuti, è stato avvolto da una fiammata causata nello specifico da delle latte di vernice altamente infiammabili che si trovavano proprio all’interno del cestino a cui il giovane e gli amici avevano dato fuoco.

Tali latte di vernice altamente infiammabili sono infatti esplose investendo in pieno il quattordicenne che vi si trovava davanti e che adesso si trova ricoverato in ospedale. Dopo l’esplosione infatti è stato immediatamente lanciato l’allarme e sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato il ragazzino al centro grandi ustionati del Niguarda dove adesso si trova ricoverato e dove i medici stanno curando le ferite riportate in seguito all’esplosione. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso, le condizioni di salute del quattordicenne sembrano essere piuttosto serie ma la sua vita non sarebbe in pericolo e nello specifico, in seguito all’esplosione che lo ha investito in pieno, il 14enne ha riportato delle ustioni in diverse parti del corpo ed esattamente alle mani, alle gambe e alla testa, compresa una parte dei capelli che si è bruciata.

Al momento il quattordicenne, di origini magrebine, è l’unico ad essere finito nei guai, non solo per le attuali condizioni di salute ma anche per le conseguenze penali di quanto fatto. Il 14enne infatti è stato l’unico ad essere denunciato dai carabinieri del Radiomobile per il danneggiamento di diversi cestini della spazzatura in quanto gli amici che si trovavano insieme a lui al momento dell’esplosione, ed esattamente sarebbero circa tre, proprio prima dell’arrivo delle forze dell’ordine sul posto sono fuggiti allontanandosi dal luogo dell’incidente. Il ragazzino e gli amici che armati di accendini e bottigliette si divertivano a dare fuoco ai cestini dei rifiuti, non immaginavano sicuramente che proprio quella ‘bravata’ fatta al momento potesse costare loro molto cara, con il fuoco non bisogna scherzare e questo è abbastanza risaputo ma molto spesso, soprattutto i giovani, tendono a sottovalutare i pericoli e finiscono appunto per mettersi nei guai, come accaduto al giovane sopra citato.

Rispondi o Commenta